Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Sicilia Inchiesta mafia e rifiuti, scarcerato Rodolfo Briganti della ''Senesi''

Rassegna Stampa

Inchiesta mafia e rifiuti, scarcerato Rodolfo Briganti della ''Senesi''

briganti rodolfoIl Tribunale del Riesame di Catania ha disposto la scarcerazione di Rodolfo Briganti, il rappresentante legale della “Senesi spa”, società che gestisce la raccolta dei rifiuti in diversi comuni delle province di Napoli e Caserta, tra cui Aversa, Casal di Principe, Gricignano, Castel Volturno e Mondragone. L’imprenditore era stato arrestato il 28 novembre scorso, dalla Dia di Catania, per corruzione nell’ambito dell’inchiesta ‘Gorgoni’, insieme ad altri 15 indagati, per presunte irregolarità nella gestione della raccolta e smaltimento di rifiuti nel Comune di Aci Catena (leggi qui). Contestualmente, il tribunale ha disposto anche il dissequestro dell’azienda, finita in amministrazione controllata dopo l’arresto del dirigente. Nei giorni scorsi era stata anche disposta la sospensione dell’interdittiva e il reinserimento nella ‘White List’ della Prefettura di Fermo quale azienda esente dal pericolo di infiltrazioni camorristiche (leggi qui). Il Tribunale del Riesame di Catania ha disposto la scarcerazione di Rodolfo Briganti, il rappresentante legale della “Senesi spa”, società che gestisce la raccolta dei rifiuti in diversi comuni delle province di Napoli e Caserta, tra cui Aversa, Casal di Principe, Gricignano, Castel Volturno e Mondragone. L’imprenditore era stato arrestato il 28 novembre scorso, dalla Dia di Catania, per corruzione nell’ambito dell’inchiesta ‘Gorgoni’, insieme ad altri 15 indagati, per presunte irregolarità nella gestione della raccolta e smaltimento di rifiuti nel Comune di Aci Catena (leggi qui). Contestualmente, il tribunale ha disposto anche il dissequestro dell’azienda, finita in amministrazione controllata dopo l’arresto del dirigente. Nei giorni scorsi era stata anche disposta la sospensione dell’interdittiva e il reinserimento nella ‘White List’ della Prefettura di Fermo quale azienda esente dal pericolo di infiltrazioni camorristiche (leggi qui).

pupia.tv

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...


UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...

THE TIME IS NOW

THE TIME IS NOW

edited by David Bidussa

Quanta sete di giustizia, quanta carica vitale, quanta...


I DIARI DI FALCONE

I DIARI DI FALCONE

by Edoardo Montolli

Le agende di Giovanni Falcone entrarono e uscirono...

LA VERITA' DEL FREDDO

LA VERITA' DEL FREDDO

by Raffaella Fanelli

Raffaella Fanelli intervista Maurizio Abbatino- La banda della...


NON LASCIAMOLI SOLI

NON LASCIAMOLI SOLI

by Francesco Viviano, Alessandra Ziniti

Quello che l’Italia e l’Europa non vogliono sentire...

OMBRE NERE

OMBRE NERE

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

Domenica 6 gennaio 1980. Un giovane dagli occhi...


Libri in primo piano

avanti mafiaSaverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





Ncollusi homeino Di Matteo
e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa



il ritorno del principe homeSaverio Lodato
Roberto Scarpinato


IL RITORNO DEL PRINCIPE
La criminalità dei potenti
in Italia