Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Sicilia Mafia: blitz Palermo; boss al gip, mai fatto estorsioni

Rassegna Stampa

Mafia: blitz Palermo; boss al gip, mai fatto estorsioni

niosi giovanniNiosi ammette incontri con uomini d'onore, erano vecchi amici
Palermo. Nega di aver "commissionato" ai suoi i taglieggiamenti ai commercianti e agli imprenditori palermitani, sostiene di non sapere nulla del fatto che alcuni boss avevano deciso di ucciderlo. Ammette solo che, dopo la scarcerazione, di lui si diceva che era stato liberato un "cornuto e sbirro". Non si è avvalso della facoltà di non rispondere, ma nessun contributo ha dato alle indagini Giovanni Niosi (in foto), arrestato martedì dai carabinieri in un'operazione antimafia che ha smantellato le cosche di San Lorenzo e Resuttana. Niosi è stato sentito dal giudice per le indagini preliminari Fabrizio La Cascia alla presenza del pubblico ministero Roberto Tartaglia. Una mezza ammissione, però, il boss, condannato a morte e poi "risparmiato" per intercessione dei capimafia di Porta Nuova, l'ha fatta: avere incontrato altri uomini d'onore nella sua officina. Si sarebbe trattato però - ha detto - di saluti tra amici. Il boss, pompiere con la passione per il cinema - ha fatto la comparsa in una trasmissione sulla mafia di Lucarelli - è accusato di aver retto il mandamento di Resuttana. Sponsorizzato dalla moglie del boss Salvino Madonia, Maria Angela Di Trapani, sarebbe stato destituito perché non sapeva gestire le casse del clan e per aver scelto, violando le "regole mafiose", di patteggiare una vecchia condanna, motivo per cui, peraltro, alcuni boss avrebbero voluto ammazzarlo.

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...

ONG

ONG

by Sonia Savioli

Nel Medioevo si cercavano di unifi care territori...


CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa