Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Sicilia Mafia: blitz Palermo; marciapiedi come confini mandamenti

Rassegna Stampa

Mafia: blitz Palermo; marciapiedi come confini mandamenti

"I boss si spartiscono la città metro per metro" 
Palermo. Si spartiscono la città metro per metro, fissando i confini tra un mandamento e l'altro con estrema precisione. Fino a indicare da quale marciapiede e numero civico inizi e finisca la zona di influenza di ciascun clan. E' uno dei particolari dell'inchiesta della dda di Palermo sulle cosche di san Lorenzo e Resuttana che, ieri, ha portato all'arresto di 25 tra boss ed estortori palermitani. Pietro Salsiera e Sergio Macaluso, che dopo la destituzione del capomafia Giovanni Niosi, hanno assunto il comando del mandamento di Resuttana insieme a Sergio Napolitano, passeggiavano in auto in via Dante e conversavano non sapendo di essere intercettati. "Da qua in poi, ai numeri 56 e 58 è nostro - dicevano indicando i confini del clan in via Dante, a Palermo. Di qua è centro". Dove per 'centro' si intendeva il limite del mandamento di Palermo Centro. "Loro - aggiungevano riferendosi a Palermo centro - sono enormi". La ripartizione in zone di influenza è necessaria per la riscossione del pizzo: ciascun negoziante, imprenditore o titolare di locali sa esattamente a chi deve pagare la tangente mafiosa. L'elenco delle vittime del racket accertate dall'inchiesta è lungo: sono 22 le estorsioni, tentate e consumate, scoperte. Solo il proprietario della pizzeria La Braciera ha denunciato la visita degli estorsori. Silenzio assoluto da parte degli altri taglieggiati che non hanno neppure segnalato i danneggiamenti subiti. 

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...


UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...

THE TIME IS NOW

THE TIME IS NOW

edited by David Bidussa

Quanta sete di giustizia, quanta carica vitale, quanta...


I DIARI DI FALCONE

I DIARI DI FALCONE

by Edoardo Montolli

Le agende di Giovanni Falcone entrarono e uscirono...

LA VERITA' DEL FREDDO

LA VERITA' DEL FREDDO

by Raffaella Fanelli

Raffaella Fanelli intervista Maurizio Abbatino- La banda della...


NON LASCIAMOLI SOLI

NON LASCIAMOLI SOLI

by Francesco Viviano, Alessandra Ziniti

Quello che l’Italia e l’Europa non vogliono sentire...

OMBRE NERE

OMBRE NERE

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

Domenica 6 gennaio 1980. Un giovane dagli occhi...


Libri in primo piano

avanti mafiaSaverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





Ncollusi homeino Di Matteo
e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa



la mafia ha vinto 2017 ppSaverio Lodato


LA MAFIA HA VINTO
Intervista con Tommaso Buscetta