Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia eventi Sicilia Mafia: Pg avoca indagine omicidio Agostino

Rassegna Stampa

Mafia: Pg avoca indagine omicidio Agostino

agostino-castelluccioProcura ricorre in Cassazione contro decisione Scarpinato
13 luglio 2015
Palermo. La Procura generale di Palermo ha avocato l'inchiesta sulla morte dell'agente di polizia Nino Agostino, assassinato, insieme alla moglie, Ida Castellucci, il 5 agosto 1989, a Villagrazia di Carini, nel Palermitano. Nei mesi scorsi i pm titolari del fascicolo, Nino Di Matteo e Francesco Del Bene, avevano chiesto l'archiviazione del caso ritenendo che a carico dei due indagati, il boss Antonino Madonia e Gaetano Scotto, mafioso ritenuto vicino ad ambienti dei Servizi, non ci fossero elementi tali da poter portare a un rinvio a giudizio. L'istanza dei due pm, che avevano riaperto l'inchiesta dopo una precedente archiviazione, non è stata accolta, però, dal gip Maria Pino che ha indicato alla procura una serie di approfondimenti da effettuare. Contro l'avocazione sta preparando reclamo davanti al procuratore generale della Cassazione il procuratore di Palermo Francesco Lo Voi. Nell'opposizione, che verrà depositata nei prossimi giorni, si sostiene l'illegittimità del provvedimento del pg. L'avocazione è stata firmata dal procuratore generale Roberto Scarpinato e dal sostituto Luigi Patronaggio. Nel decreto si parla di una inerzia dei magistrati del primo grado che giustificherebbe, come prevede il codice di procedura penale, un intervento del Pg. Ambienti della Procura generale sottolineano però che nessuna critica viene mossa all'attività dei colleghi Del Bene e Di Matteo. Le indagini sul caso Agostino verranno condotte dai magistrati Nico Gozzo e Umberto De Giglio. Gozzo e Scarpinato indagarono in passato sulla morte dell'agente, un caso mai risolto che, secondo alcune ipotesi investigative, sarebbe collegato al fallito attentato all'Addaura a Giovanni Falcone.

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa