Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Rassegna Stampa

Viminale, no parte civile? Chiedete a Conte

'Ministero voleva farlo ma P. Chigi non lo ha ritenuto opportuno’
ROMA. Il ministero dell'Interno voleva costituirsi parte civile nel processo contro Antonello Montante, l'ex presidente di Confindustria Sicilia finito agli arresti lo scorso anno, ma palazzo Chigi "non lo ha ritenuto opportuno". Lo sottolineano fonti del Viminale dopo l'intervista al 'Fatto' nella quale il presidente dell'Antimafia Nicola Morra chiedeva spiegazioni a Salvini. "Per ulteriori delucidazioni - proseguono le fonti - Morra potrà rivolgersi al presidente Conte". Il ministero dell'Interno, fanno sapere dal Viminale, aveva segnalato la propria intenzione di costituirsi parte civile a palazzo Chigi il 12 ottobre del 2018. Ma sei giorni dopo, il 18 ottobre, la presidenza del Consiglio dei ministri "ha negato la richiesta di autorizzazione sulla base del parere contrario reso dall'Avvocatura dello Stato il 16 ottobre 2018". Si tratta, concludono le fonti, di una "doverosa risposta" al presidente dell'Antimafia Nicola Morra che aveva chiesto spiegazioni a Salvini.

Ansa

Foto © Imagoeconomica