Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Politica Italia Ponte sullo Stretto, il sindaco Accorinti: ''E' un'offesa, pronto a proteste eclatanti''

Rassegna Stampa

Ponte sullo Stretto, il sindaco Accorinti: ''E' un'offesa, pronto a proteste eclatanti''

Si dice pronto alla protesta, “eclatante se serve”. Renato Accorinti, sindaco di Messina, attivista pacifista e fondatore del movimento ‘No Ponte’, non ha dubbi. “Parlare ancora di Ponte sullo Stretto è un offesa alla Sicilia e all’intero Mezzogiorno – dice all’Adnkronos -. Chi oggi ancora sponsorizza quest’opera inutile, costosissima, devastante dovrebbe avere la decenza di chiudere la bocca. Purtroppo Berlusconi sa parlare alla pancia della gente, è il mago delle illusioni e riesce ancora a prendere in giro gli elettori”. Dopo il governatore siciliano, Nello Musumeci, questa volta è il leader di Forza Italia, infatti, a rispolverare il progetto. “Serve un grande piano per il Sud soprattutto per le infrastrutture – ha detto a Telelombardia -. Sono stato in Sicilia e ho trovato un disastro, è una regione in agonia. Il ponte sullo Stretto è la prima cosa da fare”. “Berlusconi è un pazzo – attacca Accorinti -. Alla Sicilia servono infrastrutture utili e non certo tre chilometri di cemento in un deserto trasportistico che non cambierebbero la vita del Sud”. Un progetto, quello del ponte sullo Stretto, che il primo cittadino studia da anni. Della battaglia contro l’opera il sindaco di Messina ha fatto uno dei suoi cavalli di battaglia. Sin dal gennaio del 2006 quando con il momento ‘No Ponte’ ha portato in piazza 25mila persone. “Da siciliano mi indigno quando sento parlare ancora dopo anni di questo tema – prosegue -. E’ un’opera gigantesca e inutile che dovrebbe sorgere in una delle zone a più alto rischio sismico del Mediterraneo”. Le priorità per l’Isola sono altre. “Alla Sicilia servono ferrovie, porti, aeroporti, autostrade perché negli ultimi 150 anni il divario con il resto del Paese è cresciuto sino a diventare vergognoso – dice -. Dopo Salerno le ferrovie non esistono più e in molti tratti c’è ancora il binario unico”. Ecco che allora secondo Accorinti”pensare al Ponte è come immaginare l’attico di una casa a cui mancano le fondamenta. Il Sud e la Sicilia sono la miniera d’Italia, ma sono stati lasciati morire. Per la rinascita serve una programmazione seria e non certo il solito vecchio spot elettorale” conclude.

stampalibera.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


THE TIME IS NOW

THE TIME IS NOW

edited by David Bidussa

Quanta sete di giustizia, quanta carica vitale, quanta...

I DIARI DI FALCONE

I DIARI DI FALCONE

by Edoardo Montolli

Le agende di Giovanni Falcone entrarono e uscirono...


Libri in primo piano

avanti mafiaSaverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto




Ncollusi homeino Di Matteo
e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni-di-mafia-aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA

Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


la mafia ha vinto 2017 ppSaverio Lodato

LA MAFIA HA VINTO
Intervista con Tommaso Buscetta