Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa World news Bolivia: opposizione dura, no a verifica Osa. Nuove elezioni

Rassegna Stampa

Bolivia: opposizione dura, no a verifica Osa. Nuove elezioni

LA PAZ. L'ala dura della protesta in Bolivia contro la riconferma del presidente Evo Morales, rappresentata dal 'Comite' pro Santa Cruz', nel sud del Paese, ha rifiutato l'idea di una verifica del processo elettorale da parte dell'Organizzazione degli Stati americani (Osa) chiedendo invece "un annullamento del voto", con la convocazione di nuove elezioni organizzate da "un nuovo tribunale elettorale". L'annuncio di un irrigidimento dell'opposizione al governo, segnala il quotidiano El Deber, è stato fatto ieri sera dal presidente del 'Comite'', Fernando Camacho, che ha parlato dal luogo dove si trova la statua del Cristo Redentore, simbolo della citta' di Santa Cruz. Camacho e' stato particolarmente categorico chiedendo alla gente di "non stancarsi" e di sostenere lo sciopero a tempo indeterminato che "deve continuare fino ad ottenere l'annullamento delle elezioni presidenziali del 20 ottobre". Questa posizione appare tuttavia in conflitto con quella dell'ex presidente Carlos Mesa, giunto in seconda posizione nel voto presidenziale ad oltre dieci punti da Morales. Il candidato di Comunidad Ciudadana infatti ieri ha annunciato la sua accettazione della verifica che realizzera' l'Osa, anticipando che confermera' le sue denunce di presunti "brogli”.

ANSA

In foto: cordone di polizia separa i sostenitori del presidente boliviano uscente Evo Morales da quelli del suo sfidante Carlos Mesa © Jorge Saenz/Getty Images

Le recensioni di AntimafiaDuemila

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...

LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...


DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa