Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Sostieni AntimafiaDuemila con Pay Pal

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa World news Incidente nucleare. I medici: i feriti erano radioattivi

Rassegna Stampa

Incidente nucleare. I medici: i feriti erano radioattivi

di Giuseppe Agliastro
Erano "radioattivi" i feriti del misterioso incidente nucleare avvenuto dieci giorni fa in un poligono nel nord della Russia. Eppure furono portati in un ospedale pubblico di Arkhangelsk senza avvisare i medici della situazione e mettendo quindi in pericolo sia il personale sanitario sia gli altri pazienti.
A rivelarlo è un'inchiesta del Moscow Times che fa luce su un'altra falla nella lacunosa gestione dell'emergenza da parte delle autorità russe.
Il Cremlino ha finora rilasciato poche informazioni sulla tragedia. A volte contraddicendosi.
Un atteggiamento inquietante che fa tornare in mente la catastrofe di Chernobyl e i tentativi sovietici di insabbiare la reale portata del disastro del 1986. "Dopo 33 anni - commenta uno dei dottori di Arkhangelsk - il nostro governo non ha imparato nulla e cerca ancora di occultare la verità". Lo scorso 8 agosto Mosca aveva infatti assicurato che il livello delle radiazioni non era aumentato dopo l'incidente, ma quattro giorni dopo ha dovuto ammettere che era salito di ben 16 volte a Severodvinsk, una città a 40 chilometri dal poligono dove - a quanto è dato sapere - il test di un motore missilistico atomico si è concluso con una devastante esplosione e con la morte di almeno cinque persone.

Chiesto di non divulgare dettagli
Le testimonianze rilasciate da cinque membri dello staff dell'ospedale di Arkhangelsk non fanno che rafforzare i sospetti che la Russia stia cercando di nascondere qualcosa. Pare infatti che i servizi segreti abbiano fatto firmare ai medici che hanno curato i feriti un documento in cui si impegnano a non divulgare i dettagli di quanto avvenuto. Gli 007 avrebbero inoltre distrutto tutti i dati sull'incidente conservati nei registri dell'ospedale.
I feriti erano tre. Furono portati in ospedale "nudi e avvolti in sacchi di plastica traslucidi". "Nessuno - spiega un chirurgo - ha avvertito che si trattava di pazienti radioattivi. I sanitari sospettavano qualcosa, ma nessuno ha detto loro di prendere delle precauzioni".
Adesso, sempre stando al Moscow Times, a un medico sono state trovate tracce di Cesio-137 nel tessuto muscolare. Il ministero della Salute assicura però di aver esaminato 91 sanitari e che in nessun caso sono stati riscontrati livelli pericolosi di sostanze radioattive. Ci si augura che questa volta la notizia corrisponda al vero.

La Stampa

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

by Rocco Sciarrone, Luca Storti

Le mafie continuano a prosperare sia nelle zone...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

by Giorgio Bongiovanni

Le particolarità di questo libro 1. E’ la prima...


PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

by Benedetta Tobagi

Il racconto rigoroso e appassionante del grande processo...

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa