Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa World news Messico: Onu lancia l'allarme su sicurezza giornalisti nel paese

Rassegna Stampa

Messico: Onu lancia l'allarme su sicurezza giornalisti nel paese

Città del Messico. Le Nazioni Unite hanno lanciato l’allarme sui pericoli cui sono esposti i giornalisti in Messico, accusando il governo messicano di non fare abbastanza per garantire la loro sicurezza e perseguire i responsabili delle violenze. "I procuratori federali messicani non possono garantire condanne per crimini contro i giornalisti a causa di prove inefficaci e scarse risorse", ha detto il relatore speciale delle Nazioni Unite per la libertà di espressione, David Kaye, e il suo omologo della Commissione interamericana per i diritti umani, Edison Lanza parlando in conferenza stampa. Kaye ha affermato che l'ufficio incaricato di indagare sulle violenze contro i giornalisti, creato nel 2006, deve destinare a questi casi maggiori risorse. "Fino a quando ciò non avverrà ci sarà poca prevenzione e non si riuscirà a mettere fine a questo ciclo di violenza", ha detto l'inviato Onu. Kaye e Lanza hanno inoltre dichiarato che il governo deve assicurare maggiori finanziamenti al programma di protezione dei giornalisti lanciato nel 2012, e monitorare la situazione nei paesi dove i reporter sono più a rischio, facendo in modo che possano continuare il loro lavoro anche quando sono costretti ad abbandonare le loro abitazioni. I due esperti hanno pubblicato un rapporto sul tema dopo un tour di una settimana a Città del Messico e negli stati di Veracruz, Guerrero, Tamaulipas e Sinaloa. (segue) (Mec)

agenzianova.com

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...

ONG

ONG

by Sonia Savioli

Nel Medioevo si cercavano di unifi care territori...


CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa