Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa World news Argentina, l’ex presidente Cristina Kirchner indagata per corruzione

Rassegna Stampa

Argentina, l’ex presidente Cristina Kirchner indagata per corruzione

L’ex presidente argentina Cristina Fernandez de Kirchner è stata accusata oggi dalla giustizia di aver fatto parte di una rete illegale che pilotava l’assegnazione dei lavori pubblici per favorire il costruttore Lazaro Baez, che era in realtà il suo socio occulto e riciclava una parte dei finanziamenti pubblici attraverso aziende fantasma in vari paradisi fiscali. 
Secondo l’atto di accusa presentato dal giudice Julian Ercolini, l’associazione illecita sarebbe emersa pochi giorni dopo l’elezione di Nestor Kirchner, nel 2003, quando Baez - fino ad allora un oscuro impiegato bancario di Santa Cruz, la provincia della Patagonia governata da Kirchner - creò la Austral Construcciones.
Questa azienda si vide poi assegnare l’82% dei lavori pubblici a Santa Cruz, grazie all’appoggio datogli dall’amministrazione federale, attraverso due responsabili anch’essi imputati: Julio De Vido, ministro di Pianificazione Federale dal 2003 al 2015, e José Lopez, segretario ai Lavori Pubblici durante lo stesso periodo, che corrisponde con la presidenza di Nestor Kirchner e i due mandati successivi di Cristina Fernandez de Kirchner. 
Baez è stato arrestato ed imputato di riciclaggio nell’aprile scorso, dopo la diffusione di un video nel quale di vedeva uno dei suoi figli e il suo ragionieri contando milioni di dollari in contanti in una finanziaria di Buenos Aires. Lopez, a sua volta, è stato arrestato a giugno, mentre cercava di nascondere 8 milioni di dollari in un monastero di Buenos Aires. 
Secondo inchieste giornalistiche pubblicate durante gli ultimi quattro anni, Baez era in realtà il socio occulto dei Kirchner, e a cambio dell’assegnazione dei contratti per lavori pubblici - che lo hanno fatto diventare uno degli imprenditori più ricchi del paese - versava fondi illeciti alla famiglia presidenziale attraverso affitti fittizi, affari immobiliari e circuiti di riciclaggio in diversi paradisi fiscali.
Cristina Kirchner ha sempre negato queste ipotesi di delitto, sostenendo che non è mai mai stata sé socia né amica di Baez e denunciando essere vittima di un linciaggio mediatico orchestrato dal gruppo Clarin e, indirettamente, dal suo successore alla Casa Rosada, Mauricio Macri.  

lastampa.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...

CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...


LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa