Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Giustizia in Italia Gabriele Paci procuratore reggente alla Dda di Caltanissetta, Bertone è andato in pensione

Rassegna Stampa

Gabriele Paci procuratore reggente alla Dda di Caltanissetta, Bertone è andato in pensione

Paci, a Caltanissetta dal settembre 2009, da marzo 2016 è procuratore aggiunto e adesso regge l’ufficio in attesa della nomina del nuovo procuratore

Gabriele Paci è il procuratore facente funzioni della Direzione distrettuale antimafia di Caltanissetta dopo che ha lasciato l’ufficio Amedeo Bertone, andato in pensione. Paci, a Caltanissetta dal settembre 2009, da marzo 2016 è procuratore aggiunto e adesso regge l’ufficio in attesa della nomina del nuovo procuratore da parte del Consiglio superiore della magistratura. L’attuale procuratore facente funzioni è uno dei 19 che ha presentato domanda per la successione di Amedeo Bertone per guidare la Dda nissena.L’iter per la nomina del nuovo procuratore distrettuale di Caltanissetta (che ha competenza requirente anche sulla provincia di Enna) è stato appena avviato e potrebbe tenere conto della riforma del Csm presentata il mese scorso dal Guardasigilli , Alfonso Bonafede, che prevede solo criteri di merito per la nomina dei vertici degli uffici giudiziari. La riforma prevede, tra l’altro, che le nomine di incarichi ai vertici degli uffici devono essere avviate «secondo l’ordine temporale con cui i posti si sono resi vacanti», con «l’audizione dei candidati» se richiesta da «almeno tre componenti della Commissione» e con «modalità idonee a sentire i rappresentanti dell’avvocatura, nonché i magistrati e i dirigenti amministrativi assegnati all’ufficio giudiziario di provenienza dei candidati».
Torna anche il criterio dell’anzianità come «criterio residuale a parità di valutazione risultante dagli indicatori del merito e delle attitudini». Tra i magistrati che hanno presentato domanda per la Procura nissena Salvatore De Luca (procuratore aggiunto a Palermo ed ex sostituto procuratore generale a Caltanissetta), l’ex pm Nicolò Marino, Giovanni Di Leo (anche lui per anni sostituto alla Procura nissena e ora in Cassazione), Gilberto Ganassi (procuratore aggiunto a Cagliari e con una esperienza agli inizi degli anni Novanta a Caltanissetta), gli attuali procuratori di Gela, Fernando Asaro (ex sostituto procuratore generale in Corte d’Appello), di Sciacca, Roberta Bruzzolani, di Caltagirone, Giuseppe Verzera, di Barcellona Pozzo di Gotto, Emanuele Crescenti, di Tivoli, Francesco Menditti, i procuratori aggiunti Rodolfo Sabelli (Roma), Fabio Scavone (Siracusa), Gaetano Paci (Reggio Calabria), Giovannella Scaminaci (Messina). (quotidiano La Sicilia)

seguonews.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

NARCOS CARIOCA

NARCOS CARIOCA

by Mattia Fossati

Nel carcere taubatè di San Paolo i detenuti...

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...


LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...


U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...

A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...


LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

Saverio Lodato, uno dei più qualificati osservatori e...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa