Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Giustizia in Italia Camorra: nuovo clan Partenio, 22 a processo e 4 riti in abbreviato

Rassegna Stampa

Camorra: nuovo clan Partenio, 22 a processo e 4 riti in abbreviato

di AMDuemila
Avrà inizio il prossimo 6 ottobre il processo contro il nuovo clan Partenio. Lo ha deciso il gip del tribunale di Napoli, Rossella Marmo, su richiesta del pm Simona Rossi, che assieme al collega della direzione distrettuale Antimafia di Napoli condusse le indagini che portarono all'arresto di 23 persone lo scorso anno, smantellando la cosca che aveva soppiantato i Genovese nella gestione delle piazze di spaccio, del racket delle estorsioni e del giro di usura ad Avellino e in alcuni comuni dell'hinterland. Il processo si terrà dinanzi ai giudici del tribunale di Avellino, con il collegio presieduto da Luigi Buono, lo stesso giudice del processo per la strage di Acqualonga. Sono 22 dei 27 indagati che compariranno di fronte a un collegio giudicante. Altri 4, Ferdinando Bianco, Elpidio Galluccio, Nando Pasquale Bianco e Filippo Chiauzzi, hanno chiesto e ottenuto il rito abbreviato mentre per Fiorentino Dello Russo il gip ha accolto la richiesta di patteggiamento, condannando l'uomo a un anno e sei mesi di reclusione. Saranno processati i fratelli Nicola e Pasquale Galdieri, che in pochi anni, da affiliati al clan Genovese, hanno scalato le gerarchie arrivando a essere i nuovi capi dell'organizzazione che a lungo ha seminato il terrore tra imprenditori e commercianti avellinesi. Un potere di condizionamento che si è tradotto nell'assenza di parti civili costituite. Tutte le persone citate come parti offese, a eccezione di un solo imprenditore, hanno deciso di rinunciare a costituirsi in giudizio. Per tutti le accuse vanno dall'usura all'estorsione, alla detenzione di armi e all'associazione di tipo mafioso.

Fonte: AGI

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...

LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...


DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa