Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Giustizia in Italia Omicidio di Villagrazia di Carini, 100x100 in Movimento chiede di costituirsi parte civile al processo

Rassegna Stampa

Omicidio di Villagrazia di Carini, 100x100 in Movimento chiede di costituirsi parte civile al processo

L'associazione 100x100 in Movimento ha chiesto questa mattina in Tribunale a Palermo, tramite l'avvocato Giuseppe Piazza, di costituirsi parte civile nel processo per l‘omicidio del poliziotto Antonino Agostino e della moglie Ida Castelluccio, avvenuto il 5 agosto 1989.
Ne danno comunicazione il presidente onorario dell'associazione Ivan D'Anna e la presidente in carica Rossella Noviello, unitamente al Consiglio direttivo ed alla Biblioteca sociale Nino e Ida, aperta nel 2018 a Palermo dall'associazione stessa, proprio in memoria dei due giovani sposi brutalmente assassinati a colpi di pistola a Villagrazia di Carini davanti alla casa di famiglia. Ida era in attesa del loro primo figlio quando i sicari spensero per sempre i loro sogni, gettando nella disperazione le loro famiglie.
Oggi, 10 settembre 2020, dopo 31 anni, si è dunque tenuta l'udienza preliminare per la richiesta di rinvio a giudizio formulata dalla Procura generale di Palermo nei confronti di Antonino Madonia, capo mandamento di Resuttana, e del boss della famiglia mafiosa dell'Arenella Gaetano Scotto, per i quali pesa l'accusa del duplice omicidio del poliziotto e della moglie. Imputato anche Francesco Paolo Rizzuto con l’accusa di favoreggiamento aggravato.
"Ritieniamo doveroso costituirci parte civile - afferma l'associazione 100x100 in Movimento - per contribuire, come abbiamo fatto fino ad ora, a mantenere viva la memoria dei dei brutali omicidi, ricercare verità e giustizia e tentare di mitigare il dolore dei familiari dei due sposi uccisi che, pubblicamente da anni, girano l'Italia per chiedere giustizia e verità".

Le recensioni di AntimafiaDuemila

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...

LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...


DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa