Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Giustizia in Italia Tar del Lazio conferma Agnello procuratore aggiunto a Trapani

Rassegna Stampa

Tar del Lazio conferma Agnello procuratore aggiunto a Trapani

Trapani. Il Tar del Lazio ha confermato Maurizio Agnello come procuratore aggiunto di Trapani. La prima sezione ha respinto i ricorsi presentati da due sostituti procuratori - tuttora in servizio nella Procura trapanese - che si erano opposti alla decisione del Csm, che nel dicembre 2018 lo aveva votato all'unanimita'. Il magistrato - fino ad allora in servizio alla Dda di Palermo - si insedio' nel febbraio 2019 e da un mese e' reggente della Procura, dopo il pensionamento dell'allora procuratore capo Alfredo Morvillo. Il Tar - presidente Antonio Savo Amodio - inoltre ha condannato i due pm ricorrenti, Franco Belvisi e Rossana Penna, al pagamento di duemila euro a testa per le spese legali. "Se e' vero che entrambi gli aspiranti hanno acquisito un'ampia esperienza nell'ufficio requirente, ed in particolare in quello di Trapani, non solo per le materie trattate ed i procedimenti loro assegnati ma anche per le attitudini organizzative mostrate - si legge nella sentenza del Tar - e' altrettanto evidente che nessuno di essi ha potuto acquisire l'esperienza piu' complessa e completa del coordinamento investigativo operato dal dott. Agnello al piu' alto livello nell'ambito della Dda di Palermo, con particolare riferimento alla zona di Trapani". Esperto in indagini antidroga, Agnello ha collaborato anche al blitz Nuova Cupola sulle famiglie mafiose palermitane e anche alle indagini sulla cattura del latitante Matteo Messina Denaro. E' autore di due gialli ed e' in pubblicazione il terzo, tutti basati sul personaggio inventato di Fabio De Falco, magistrato pittoresco alla ricerca della ribalta mediatica.

AGI

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa