Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Giustizia in Italia Milano: incendio palazzo giustizia, Csm 'necessario intervenire su sicurezza uffici'

Rassegna Stampa

Milano: incendio palazzo giustizia, Csm 'necessario intervenire su sicurezza uffici'

Braggion, 'solidarietà e vicinanza Consiglio a colleghi e personale amministrativo'
Roma. "Solidarietà e affettuosa vicinanza" del Csm ai magistrati e al personale amministrativo del Palazzo di Giustizia di Milano "per il disastroso incendio che ha danneggiato quasi interamente il settimo piano, dove si trovano gli uffici del Gip, del Tribunale di Sorveglianza e della Dda". Ad esprimerla, a nome dell'intero Consiglio, è stata in apertura del plenum la consigliera di Magistratura indipendente Paola Braggion. "Non è più rinviabile la messa in sicurezza del palazzo ormai vetusto dove in tempi normali lavorano migliaia di persone ma anche oggi, durante l'emergenza sanitaria, in molti sono presenti per garantire il funzionamento dei servizi inderogabili e urgenti per la giustizia", ha sottolineato Braggion. "E' necessario tenere sempre alta l'attenzione del Csm e del ministero sul tema della sicurezza - ha spiegato - affinché concretamente si prendano iniziative serie non più derogabili, come ci dimostrano i fatti, per fare fronte alla necessaria tutela e protezione di tanti colleghi, impiegati, avvocati e cittadini, che quotidianamente affollano il palazzo di giustizia di Milano, luogo a noi caro ma oggi non più adeguato. Così come non più adeguati sono moltissimi altri uffici giudiziari del territorio nazionale, che esigono impellenti adeguamenti per la sicurezza per garantire il sereno esercizio della giurisdizione".

AdnKronos

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...

INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...


LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

LA SCOPERTA DI COSA NOSTRA

by Gabriele Santoro

Questa è la storia di un mafioso e...

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

PAPA FRANCESCO. LA DITTATURA DELL'ECONOMIA

edited by Ugo Mattei

"Così come il comandamento 'non uccidere' pone un...


COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa