Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Giustizia in Italia Piera Aiello: ''Sia ridata la scorta a Ignazio Cutro'''

Rassegna Stampa

Piera Aiello: ''Sia ridata la scorta a Ignazio Cutro'''

"La notizia del riconoscimento, nell'ambito del processo 'Montagna', della condanna degli imputati a risarcire Ignazio Cutrò dimostra, senza dubbio alcuno, che la minaccia di ritorsioni da parte della mafia nei suoi confronti è attuale e concreta. È giunto il momento che la Commissione Centrale, il Servizio Centrale di Protezione, la Prefettura di Agrigento e la Procura di Palermo prendano atto che il testimone di giustizia Ignazio Cutrò è in pericolo di vita e pertanto va assicurato a lui e alla sua famiglia la protezione reinserendolo nello speciale programma di protezione". Con queste parole Piera Aiello, testimone di giustizia e deputata del M5s, è intervenuta su Facebook commentando la notizia delle condanne al processo Montagna, al risarcimento nei confronti dell'imprenditore di Bivona. "Le istituzioni ora non possono più far finta di nulla e riconoscano, con onestà intellettuale, che sulla vicenda di Cutrò sono stati commessi grossolani errori. - ha proseguito - La famiglia Cutrò deve essere protetta! Come deputata della Repubblica e coordinatrice del Comitato X di Inchiesta sui testimoni di giustizia non lascerò che su questa vicenda cali il silenzio. Utilizzerò tutti gli strumenti parlamentari a mia disposizione perché si ponga fine a questa ingiustizia e si tuteli la vita di chi coraggiosamente ha sfidato Cosa Nostra".

In foto: Palermo. Ignazio Cutrò, Piera Aiello e Gianfranco Franciosi sul palco di via d'Amelio il 19 luglio 2019 in memoria di Paolo Borsellino e degli agenti della scorta © Our Voice

Le recensioni di AntimafiaDuemila

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

by Giorgio Bongiovanni

Le particolarità di questo libro 1. E’ la prima...

PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

by Benedetta Tobagi

Il racconto rigoroso e appassionante del grande processo...


DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...

TI MANGIO IL CUORE

TI MANGIO IL CUORE

by Carlo Bonini, Giuliano Foschini

Un'inchiesta sull'abisso non ancora esplorato della Società foggiana,...


IL LIBRO NERO DELLA LEGA

IL LIBRO NERO DELLA LEGA

by Giovanni Tizian, Stefano Vergine

La truffa milionaria ai danni degli italiani, le...

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

by Fabio Federici

Oggi la presenza della Mafia Nigeriana in Italia...


LA PAURA NON PERDONA

LA PAURA NON PERDONA

by Luigi Leonardi

Come si combatte dall’interno il sistema in cui...

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

by Vincenzo Cuomo, Gianfranco Milillo

In un paese come l’Italia, in cui è...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa