Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Giustizia in Italia Processo Jonny, 65 condanne per le infiltrazioni nel Cara di Isola Capo Rizzuto

Rassegna Stampa

Processo Jonny, 65 condanne per le infiltrazioni nel Cara di Isola Capo Rizzuto

Condannato anche l'ex governatore regionale delle Misericordie
di AMDuemila
Il giudice delle indagini preliminari di Catanzaro, Carmela Tedesco, ha inflitto sessantacinque condanne nell'ambito del processo in abbreviato scaturito dall'operazione della Direzione diastrettuale antimafia, denominata "Jonny", sulle infiltrazioni delle cosche di Isola Capo Rizzuto nel centro di accoglienza per richiedenti asilo.
Il Cara era gestito dalla Confraternita delle Misericordie e il giudice ha condannato a 17 anni e 4 mesi anche l'ex governatore regionale delle Misericordie, Leonardo Sacco, considerato il terminale affaristico delle cosche di Isola Capo Rizzuto, che dovrà, tra l'altro risarcire la confraternita nazionale, oltre che quelle di Calabria e Basilicata. Le accuse vanno dall'associazione mafiosa, all'estorsione, porto e detenzione illegale di armi, intestazione fittizia di beni, malversazione ai danni dello Stato, truffa aggravata, frode in pubbliche forniture e altri reati di natura fiscale.
La sentenza a carico degli 85 imputati è arrivata nella tarda mattinata di ieri e sono state inflitte pesanti condanne che vanno dai sei ai vent'anni, come richiesto dai pm, i sostituti Domenico Guarascio e Debora Rizza e i procuratori aggiunti Vincenzo Capomolla e Vincenzo Luberto, segno che il giudice ha ampiamente condiviso l'impianto accusatorio che ha svelato le infiltrazioni della cosca Arena nel tessuto economico di Isola Capo Rizzuto ed in particolare nella gestione del Centro di accoglienza.
Giuseppe Arena, considerato il reggente del clan, è stato condannato 16 anni e 4 mesi di reclusione; mentre Pasquale Arena, che aveva guidato la cosca fino alla scarcerazione del fratello e che aveva un ruolo preminente nel settore delle scommesse e del gioco d'azzardo nel crotonese ed in Italia attraverso la Kroton Games, è stato condannato a 20 anni e 2 mesi di reclusione, due mesi in più della richiesta del pm.
Condannati anche Antonio Poerio (20 anni di reclusione) e Fernando Poerio (19 anni e 4 mesi), titolari del Quadrifoglio, l'azienda che svolgeva il servizio mensa nel Cara.
Diciotto le persone assolte e non doversi procedere per intervenuta prescrizione nei confronti di due imputati. Risarcimenti riconosciuti anche all'associazione Libera, al Comune di Isola Capo Rizzuto, al Ministero dell'Interno e al privato Antonio Frustaglia.

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...

TI MANGIO IL CUORE

TI MANGIO IL CUORE

by Carlo Bonini, Giuliano Foschini

Un'inchiesta sull'abisso non ancora esplorato della Società foggiana,...


IL LIBRO NERO DELLA LEGA

IL LIBRO NERO DELLA LEGA

by Giovanni Tizian, Stefano Vergine

La truffa milionaria ai danni degli italiani, le...

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

by Fabio Federici

Oggi la presenza della Mafia Nigeriana in Italia...


LA PAURA NON PERDONA

LA PAURA NON PERDONA

by Luigi Leonardi

Come si combatte dall’interno il sistema in cui...

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

by Vincenzo Cuomo, Gianfranco Milillo

In un paese come l’Italia, in cui è...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa