Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Giustizia in Italia Mafia: condanna ridotta a boss Bari per omicidio clan rivale

Rassegna Stampa

Mafia: condanna ridotta a boss Bari per omicidio clan rivale

Assolto presunto complice, avevano entrambi avuto ergastolo
Bari. La Corte di Assise di Appello di Bari ha ridotto dall'ergastolo a 30 anni di reclusione la pena inflitta nei confronti del pregiudicato barese 49enne Leonardo Campanale e ha assolto "per non aver commesso il fatto" il 31enne Gianfranco Caputi, anche lui condannato in primo grado all'ergastolo, imputati per l'omicidio premeditato aggravato dal metodo mafioso del 58enne Nicola Lorusso, ucciso l'11 gennaio 2015. Per Caputi, accusato di essere alla guida dell'auto con a bordo il killer, è stata disposta l'immediata scarcerazione. Leonardo Campanale, boss dell'omonimo clan del quartiere San Girolamo di Bari, avrebbe ucciso Nicola Lorusso, della famiglia mafiosa rivale, per vendicare la morte del padre, Felice Campanale, che era stato ammazzato nell'agosto 2012 su ordine di Umberto Lorusso, figlio di Nicola. L'11 gennaio 2015, dopo decine di tentati omicidi, agguati e sparatorie nelle strade del rione a nord di Bari, arrivò la risposta a quel delitto, con l'assassinio di Nicola Lorusso, colpito da 11 colpi di kalashnikov mentre era in compagnia della moglie, alle 9.30 di una domenica mattina vicino la pineta di San Francesco e alla presenza di numerose donne e bambini. Per gli inquirenti della Dda fu una vera e propria esecuzione, firmata con una corona di bossoli attorno al corpo della vittima.

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

PIAZZA FONTANA. IL PROCESSO IMPOSSIBILE

by Benedetta Tobagi

Il racconto rigoroso e appassionante del grande processo...

DEPISTATO

DEPISTATO

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

In queste pagine è raccontato il depistaggio di...


TI MANGIO IL CUORE

TI MANGIO IL CUORE

by Carlo Bonini, Giuliano Foschini

Un'inchiesta sull'abisso non ancora esplorato della Società foggiana,...

IL LIBRO NERO DELLA LEGA

IL LIBRO NERO DELLA LEGA

by Giovanni Tizian, Stefano Vergine

La truffa milionaria ai danni degli italiani, le...


IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

IL LATO OSCURO DELLA MAFIA NIGERIANA IN ITALIA

by Fabio Federici

Oggi la presenza della Mafia Nigeriana in Italia...

LA PAURA NON PERDONA

LA PAURA NON PERDONA

by Luigi Leonardi

Come si combatte dall’interno il sistema in cui...


DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

DA SALVATORE GIULIANO A LUCIANO LIGGIO

by Vincenzo Cuomo, Gianfranco Milillo

In un paese come l’Italia, in cui è...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa