Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa MAFIENEWS Cosa Nostra Mafia: 'cellula' Santapaola a Messina, 19 condanne

Rassegna Stampa

Mafia: 'cellula' Santapaola a Messina, 19 condanne

aula tribunale c imagoeconomicaTra imputati nipote padrino catanese, ha avuto 15 anni
di AMDuemila

Messina. Il gup di Messina ha condannato a pene comprese tra 3 anni e 6 mesi e 15 anni 19 persone accusate a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione, trasferimento fraudolento di valori, turbata libertà degli incanti, esercizio abusivo dell'attività di giochi e scommesse, riciclaggio e possesso illegale di armi. Due gli assolti. Il processo istruito dalla Procura di Messina, guidata da Maurizio De Lucia, nasce dall'inchiesta denominata Beta che era stata condotta dall'allora capo facente funzione, Sebastiano Ardita. L'indagine aveva fatto luce su una "cellula" della cosca catanese dei Santapaola a Messina. I boss - a capo c'era il cugino di Nitto Santapaola Vincenzo Romeo, condannato a 15 anni - facevano affari, si aggiudicavano concessioni in materie di giochi e scommesse e intrattenevano contatti di alto livello con esponenti del mondo industriale, politico, istituzionale. L'inchiesta ha svelato operazioni finanziarie, attività di riciclaggio e speculazioni i cui proventi andavano a rimpinguare le casse del clan. La "famiglia" stringeva alleanze con i calabresi delle 'ndrine e i pugliesi della Sacra Corona Unita. "La madre è Santapaola... la sorella di Nitto... il padre... il padre di lui ha avuto il 41 bis. Perchè lui li fa mettere a tutti d'accordo... lei deve considerare che lui è molto... è giovanissimo ma è molto rispettato dai calabresi", diceva uno degli affiliati non sapendo di essere intercettato parlando di Romeo. L'inchiesta portò all'arresto di 28 persone. Il clan avrebbe avuto interessi negli appalti pubblici e avrebbe potuto contare sulla complicità di funzionari comunali.
I boss diversificavano gli investimenti e avevano le mani sulle corse clandestine di cavalli, sulle scommesse e sui video-poker. In cella finì anche Lorenzo Mazzullo, autista in Procura che passava informazioni ai boss. Al pentito Biagio Grasso sono stati inflitti 6 anni e 4 mesi. Il gup ha disposto il sequestro di beni per 4 milioni di euro. Il processo è stato celebrato in abbreviato.

Fonte: ANSA

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...

ONG

ONG

by Sonia Savioli

Nel Medioevo si cercavano di unifi care territori...


CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa