Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Giustizia in Italia Revocati i domiciliari al commercialista Miserendino

Rassegna Stampa

Revocati i domiciliari al commercialista Miserendino

tribunale palermo web00Il gip fa tornare libero l'amministratore giudiziario Miserendino, l'indagine continua. La difesa: pronti a provare piena estranietà ai fatti contestati
di Rino Giacalone
Il gip del Tribunale di Palermo Walter Turturici ha disposto la remissione in libertà del commercialista Luigi Miserendino, l'amministratore giudiziario del gruppo Ferdico di Palermo, finito ai domiciliari la scorsa settimana nell'ambito di una indagine della Procura di Palermo e della Guardia di Finanza che ha evidenziato l'intromissione continua dell'imprenditore Ferdico nelle sue aziende sottoposte a sequestro. In carcere finirono Ferdico e altri tre imprenditori, Miserendino accusato di favoreggiamento era stato posto ai domiciliari. Miserendino è stato interrogato venerdì scorso, difeso dall'avvocato Monica Genovese. In quell'interrogatorio ha messo in evidenza che l'azione condotta da Ferdico era staa da lui prontamente denunciata. A conclusione dell'interrogatorio la difesa ha presentato istanza di revoca della misura cautelare, accolta oggi dal gip Turturici nonostante il parere contrario della Procura. Per il gip Turturici non esistono esigenze cautelari rispetto ai pericoli di reiterazione del reato e inquinamento probatorio. L'indagine quindi continua. Per il gip la produzione documentale fornita non è sufficiene a dimostrare che Miserendino da amministratore giudiziario ha posto in essere tutte le azioni per denunciare il comportamento dell'imprenditore Ferdico. Per l'avvocato Monica Genovese si tratta intanto di un positivo passo in avanti perché "è stata restituita la libertà ad una persona onesta". "Proveremo - ha continuato l'avvocato Genovese - nelle opportune sedi la piena estraneità del dott. Miserendino ai fatti contestati".

alqamah.it

ARTICOLI CORRELATI

"Sono innocente, ecco le carte". Ma il gip non crede a Miserendino

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MORTE DEI PASCHI

MORTE DEI PASCHI

by Franco Fracassi, Elio Lannutti

La vicenda che ruota intorno al Monte dei...

FIUMI D'ORO

FIUMI D'ORO

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

10 luglio 1973: viene rapito a Roma John...


IL CASO DAVID ROSSI

IL CASO DAVID ROSSI

by Davide Vecchi

Le ultime ore di vita di David RossiLa...

UNO SBIRRO NON LO SALVA NESSUNO

UNO SBIRRO NON LO SALVA NESSUNO

by Giacomo Cacciatore

Questo libro racconta la vera storia della scomparsa...


CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

by Simona dalla Chiesa

"Un papà con gli alamari" non è una...

DALLA CHIESA

DALLA CHIESA

by Andrea Galli

Giovanissimo incursore durante la Seconda guerra mondiale, dopo...


UNA STRAGE SEMPLICE

UNA STRAGE SEMPLICE

by Nando dalla Chiesa

Capaci. E la sua continuazione, via D'Amelio. Una...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-agg
Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


il ritorno del principe homeSaverio Lodato
Roberto Scarpinato


IL RITORNO DEL PRINCIPE
La criminalità dei potenti
in Italia



ho ucciso giovanni falcone homeSaverio Lodato

HO UCCISO
GIOVANNI FALCONE

La confessione
di Giovanni Brusca