Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Giustizia in Italia Mafia: Pg Lari, processo Borsellino ha retto al vaglio dibattimentale

Rassegna Stampa

Mafia: Pg Lari, processo Borsellino ha retto al vaglio dibattimentale

lari sergio c emanuele di stefanoPalermo, 20 apr. (AdnKronos) - "Il processo Borsellino quater ha retto pienamente al vaglio dibattimentale, sono stati tutti condannati, mentre la prescrizione di Vincenzo Scarantino è conseguente alle attenuanti generiche". Così, all'Adnkronos il Procuratore generale di Caltanissetta Sergio Lari, che aveva istruito il processo. Lari conferma poi quanto detto all'inizio del processo quando aveva parlato di indagini "mai finite". "Ho sempre detto che noi abbiamo dovuto ricomporre un mosaico in cui c'erano tessere false che qualcuno aveva inserito e altre tessere erano mancanti - dice ancora Lari - noi abbiamo individuato nove persone che prima non erano state mai individuate, e alcune non le abbiamo potute processare, come Giuseppe Graviano che ha pigiato il telecomando in via d'Amelio". "Senza entrare nei dettagli aggiunge - vorrei sottolineare che rimane il fatto che siamo riusciti a fare scagionare 11 persone, di cui sette condannate al'ergastolo, tra cui lo stesso Scarantino".
La sentenza "è un successo ma ciò non toglie che non tutte le tessere mancanti sono state rinvenute - dice Sergio Lari - non sappiamo chi ha imbottito di esplosivo l'autovettura o chi era l'uomo del garage, l'artificere, così come è rimasto un mistero l'agenda rossa". Per il Pg ci sono "ancora aspetti da approfondire, non mi stupisce che anche il Procuratore capo Bertone parli di indagini mai finite".

metronews.it

Foto © Emanuele Di Stefano

Le recensioni di AntimafiaDuemila

UNA STRAGE SEMPLICE

UNA STRAGE SEMPLICE

by Nando dalla Chiesa

Capaci. E la sua continuazione, via D'Amelio. Una...

LA MAFIA DIMENTICATA

LA MAFIA DIMENTICATA

by Umberto Santino

I caporioni della mafia stanno sotto la salvaguardia...


IL PATTO INFAME

IL PATTO INFAME

by Luigi Grimaldi

Napoli, la mattina del 27 aprile 1982 un...

CANI SENZA PADRONE

CANI SENZA PADRONE

by Carmelo Sardo

C'è stato un tempo in cui, nella Sicilia...


1992. SULLE STRADE DI FALCONE E BORSELLINO

1992. SULLE STRADE DI FALCONE E BORSELLINO

by Alex Corlazzoli

A pochi giorni dall’anniversario dell’attentato in via D’Amelio,...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


FUOCO CRIMINALE

FUOCO CRIMINALE

by Rossella Canadè

Una notte di novembre, a qualche chilometro da...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

Il pentito della trattativa e il potente PrincipeI...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta