Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Giustizia in Italia Intrusione ufficio Lia Sava: il comunicato dell'ANM di Caltanissetta

Rassegna Stampa

Intrusione ufficio Lia Sava: il comunicato dell'ANM di Caltanissetta

anm 500La magistratura associata del Distretto di Caltanissetta esprime viva preoccupazione per i gravissimi fatti accaduti la mattina del 18 aprile c.a. all’interno del Palazzo di Giustizia di Caltanissetta ed in particolare, all’interno della stanza in uso al Procuratore della Repubblica Agg. Dott.ssa Lia Sava.
La Giunta manifesta la più sincera ed affettuosa solidarietà  e stima alla collega Lia Sava - da anni impegnata, con sobrietà e determinazione, a coordinare indagini particolarmente complesse, delicate e che tendono a far luce in ambienti difficili ed opachi – la quale ha subito un inquietante ed inaccettabile atto intimidatorio e di ingiustificata intromissione nel suo luogo di lavoro.
Al contempo, si ribadisce l’assoluta necessità di rendere sicuri e scevri da ogni tipo di intrusione, urgentemente, i luoghi ove quotidianamente i Magistrati del Distretto esercitano le funzioni giudiziarie.
La Giunta Sezionale ribadisce con forza che la salvaguardia della sicurezza dei luoghi di lavoro, dell’incolumità dei Magistrati operanti nell’intero distretto, dei fruitori del servizio Giustizia e del personale amministrativo addetto ai diversi Uffici giudiziari, deve essere tema assolutamente centrale e prioritario rispetto ad ogni altra questione e necessita di risposte immediate ed efficaci perché un luogo insicuro e penetrabile non consente di svolgere serenamente la propria attività giudiziaria.
Si chiede un incontro con i vertici giudiziari del Distretto per conoscere le iniziative e gli  interventi in materia di sicurezza e per fornire il nostro contributo alla soluzione delle problematiche.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

UNA STRAGE SEMPLICE

UNA STRAGE SEMPLICE

by Nando dalla Chiesa

Capaci. E la sua continuazione, via D'Amelio. Una...

LA MAFIA DIMENTICATA

LA MAFIA DIMENTICATA

by Umberto Santino

I caporioni della mafia stanno sotto la salvaguardia...


IL PATTO INFAME

IL PATTO INFAME

by Luigi Grimaldi

Napoli, la mattina del 27 aprile 1982 un...

CANI SENZA PADRONE

CANI SENZA PADRONE

by Carmelo Sardo

C'è stato un tempo in cui, nella Sicilia...


1992. SULLE STRADE DI FALCONE E BORSELLINO

1992. SULLE STRADE DI FALCONE E BORSELLINO

by Alex Corlazzoli

A pochi giorni dall’anniversario dell’attentato in via D’Amelio,...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


FUOCO CRIMINALE

FUOCO CRIMINALE

by Rossella Canadè

Una notte di novembre, a qualche chilometro da...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

Il pentito della trattativa e il potente PrincipeI...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta