Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Giustizia in Italia Strage via dei Georgofili, la sentenza d'appello conferma: trattativa ci fu

Rassegna Stampa

Strage via dei Georgofili, la sentenza d'appello conferma: trattativa ci fu

di Giovanna Maggiani Chelli
Il 20 maggio 2016 la Corte di Appello di Firenze ha depositato la motivazione di sentenza per il processo a Tagliavia Francesco. Per chi non ne fosse informato, Tagliavia Francesco è colui che ha curato in casa sua a Palermo tutta la logistica inerente l’esplosivo, quando fu inviato attraverso i suoi uomini a Firenze per la strage di via dei Georgofili del 1993.

tagliavia processo

Condannato sempre a Firenze in primo grado con una sentenza che tra l’altro recitava: “Trattativa ci fu sia pure in un primo momento per fermare le stragi”; nella sentenza di appello non si parlava più di trattativa Stato mafia; il primo processo di appello di Firenze è andato davanti alla Corte di Cassazione e lì, come si dice, è stato cassato per tutte le stragi del 1993, tranne quella di via dei Georgofili per la quale c’è stato rinvio.

La Cassazione optando per il rinvio sulla strage di via dei Georgofili ha dato alle parti civili la possibilità di mettere in evidenza, durante il nuovo processo davanti alla nuova Corte di appello di Firenze, che qualcosa era sfuggito fra le carte, ovvero che gli uomini di Tagliavia, Capo Famiglia mafioso, non erano andati direttamente da Roma a Firenze dopo la strage di via Fauro del 14 maggio 1993, bensì erano tornati a Palermo, giusto a casa di Tagliavia a caricare l’esplosivo per via dei Georgofili a Firenze il 27 maggio 1993, e quindi il mafioso che era pronto ad uscire dal carcere il prossimo anno, chissà forse per andare a comandare il mandamento di Brancaccio, non poteva non sapere che sarebbe stata messa in atto la strage di via dei Georgofili.

Da qui la condanna nel nuovo processo di appello all’ergastolo ostativo a regime di 41 bis per il reato di strage. Quindi il 20 maggio scorso ecco la motivazione di sentenza!

La motivazione di sentenza per la condanna di Francesco Tagliavia supporta la sentenza di primo grado e ancora una volta la Corte scrive che trattativa ci fu e ben motiva questa convinzione. E non solo. Per Tagliavia bene è descritta tutta l’attendibilità di Gaspare Spatuzza fino alla testimonianza sull’incontro con Giuseppe Graviano al Bar Doney di Roma: “Qui morti ci servono per fare politica”, diceva il Graviano a Spatuzza riferendosi alle vittime di Firenze.

Oggi dopo 18 giorni dall’uscita della motivazione della sentenza per Tagliavia Francesco, riteniamo che il dovere di cronaca non sia stato esercitato. Sappiamo benissimo che il figlio di Riina ha scritto un libro, ma non sappiamo che: trattativa ci fu. Punto.

ilfattoquotidiano.it

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa