Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia Flash Morta mamma don Diana, oggi funerali a Casal di Principe

Rassegna Stampa

Morta mamma don Diana, oggi funerali a Casal di Principe

Caserta. Lutto a Casal di Principe (Caserta) per la morte di mamma Iolanda Di Tella, madre di don Peppe Diana, il sacerdote ucciso il primo marzo del 1994 da un killer dei Casalesi mentre era nella sacrestia della sua parrocchia di San Nicola di Bari, pronto a celebrar messa. Mamma Iolanda, nota così a tutti per la sua grande umanità, si è spenta ieri ad 86 anni, mentre il marito Gennaro, papà del prete, se n'era andato nel 2011. Restano i fratelli del sacerdote, Emilio e Marisa, che come la madre e il padre, hanno sempre alimentato la memoria e il messaggio di coraggio lanciato da don Peppe, che si ribellò alla camorra quando nessuno lo faceva, appellandosi anche alla comunita' casalese con lo scritto "Per amore del mio popolo non tacerò", affinché dicesse finalmente "no" alla prepotenza dei clan di camorra. Mamma Iolanda, nonostante l'età e gli acciacchi, si affacciava sempre dal balcone della propria abitazione quando ogni 19 marzo i cortei in ricordo del figlio si fermavano a renderle omaggio; e si emozionava tutte le volte, cosi' come quando vedeva gli scout, di cui don Peppe aveva fatto parte; ogni fazzolettone gli ricordava il figlio. I funerali si terranno nel pomeriggio di oggi. Anche il sindaco Renato Natale, che nel 1994, quando fu ucciso don Peppe, era primo cittadino (rimase in carica per pochi mesi, cacciato dalla sua stessa maggioranza), ha lasciato un ricordo di mamma Iolanda sulla sua pagina facebook. "Mamma Jolanda ha finalmente riabbracciato il figlio, don Peppe Diana - scrive Natale - lo ha raggiunto oggi, lasciando questa terra, e lasciando noi orfani del suo coraggio, della sua testimonianza di vita, del suo costante ricordo del caro figlio ucciso dalla camorra. Migliaia di giovani sono passati per la sua casa, in corso Garibaldi a Casal di Principe, giovani provenienti da tutta Italia; i suoi scouts, e non solo, tanti giovani che oggi saranno privi del suo sguardo amorevole e del suo raccontare, nella lingua dei nostri avi, la sua storia di amore per il figlio. La voglio ricordare anche io, come in tanti in queste ore, mentre espone un foglio con sopra scritto semplicemente "grazie", grazie alle migliaia di persone che sfilavano sotto il suo balcone, in uno degli anniversari della morte del figlio. Ma lo faccio per dire grazie noi a Lei, per averci dato un esempio di dignità e di amore".

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa