Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia Flash Ministro Lamorgese: ''Task force Dia a Foggia per ridare fiducia''

Rassegna Stampa

Ministro Lamorgese: ''Task force Dia a Foggia per ridare fiducia''

Annunciato in un'intervista a La Stampa
di AMDuemila
"Lo Stato schiera una task-force della Dia a Foggia per restituire fiducia ai cittadini". Lo ha annunciato in un'intervista a La Stampa la ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese, all'indomani dell'allarme sul rafforzamento della Mafia foggiana contenuto nella relazione semestrale al Parlamento della Dia, la direzione investigativa antimafia. "Lo Stato - afferma Lamorgese - farà la sua parte. Il 15 febbraio si inaugura una sezione operativa della Dia. Saranno una ventina di investigatori. Intanto ho concordato con il capo della polizia, il prefetto Gabrielli, che manderemo consistenti rinforzi nell'immediato per accompagnare questa reazione e dare un segnale tangibile alla comunità con la presenza delle forze di polizia".
Alla domanda se non fosse necessario anche rinforzare la Procura dandogli i poteri dell'Antimafia che oggi dipendono da Bari ha risposto: "Una passo alla volta intanto vediamo che risultati darà la sezione della Dia. Penso che uno Stato, per essere tale, non deve muoversi sull'onda dell'emozione, ma ponderare bene i suoi passi. Valuta gli interventi. E quando decide, deve essere conseguente. Non devono essere solo parole". La ministra evidenzia che nel foggiano sono calati i reati-spia. "In due anni - ha aggiunto - sono diminuite le denunce per estorsione. Invece sono aumentati gli incendi dolosi. C'è un problema di paura nella cittadinanza. Con pacatezza, bisogna ragionare sugli interventi". La situazione di Foggia è stata sottovalutata nei mesi scorsi? "Non voglio fare polemiche con nessuno. E non penso che ci sia stata sottovalutazione. E' che certe indagini richiedono tempo, occorre costruirle bene. Poi, quando la magistratura ritiene, si chiude".

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa