Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia Flash Marcia antimafia Foggia: sul palco familiari vittime

Rassegna Stampa

Marcia antimafia Foggia: sul palco familiari vittime

Chiuderanno gli interventi il vescovo Pelvi e don Luigi Ciotti
Foggia. Ci saranno anche i familiari delle vittime di mafia sul palco allestito a Foggia da dove, a conclusione del corteo contro le mafie organizzato da Libera che si terrà alle 16, sono previsti alcuni interventi. Secondo quanto riferiscono gli organizzatori, interverranno i parenti di Francesco Marcone il direttore dell'ufficio del registro di Foggia, ucciso il 31 marzo 1995; i familiari di Giovanni Panunzio imprenditore edile ucciso il 6 novembre 1992 sempre a Foggia. Ci saranno anche i parenti di Nicola Ciuffreda costruttore assassinato il 14 settembre del 1990. Poi sarà la volta delle vedove dei fratelli Luciani, Luigi e Aurelio, due imprenditori agricoli innocenti morti il 9 agosto 2017 nella strage di San Marco in Lamis dove vennero assassinati anche il boss di Mandredonia Mario Luciano Romito e il cognato Matteo De Palma. Infine chiuderanno gli interventi il vescovo di Foggia, monsignor Vincenzo Pelvi e il fondatore di libera don Luigi Ciotti. "La scaletta - precisano gli organizzatori - è provvisoria e può subire qualche modifica". Il corteo partirà da viale Candelaro 27 dove il 2 gennaio scorso è stato ucciso Roberto D'Angelo, attraverserà via San Severo, piazza Sant'Eligio, via della Repubblica, via Arpi. Passerà davanti alla Cattedrale, per imboccare piazza XX Settembre, corso Cairoli e concludersi in via Lanza.

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa