Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia Flash Testimoni di giustizia, Cutro': ''Vogliamo spiegazioni riguardo silenzio del Viminale''

Rassegna Stampa

Testimoni di giustizia, Cutro': ''Vogliamo spiegazioni riguardo silenzio del Viminale''

di AMDuemila
“Stamani il testimone di giustizia Luigi Coppola si è recato al Ministero degli Interni per conferire con il ministro Luciana Lamorgese. Dopo avere inutilmente e lungamente atteso la segreteria del Ministro ha fatto sapere che il testimone di giustizia non sarà ricevuto. Al Viminale, questa è la conclusione alla quale siamo giunti, da tempo non interessa più occuparsi e preoccuparsi di lotta alle mafie e di concrete politiche di sostegno a coloro che denunciano”. Ad affermarlo è Ignazio Cutrò, presidente dell’Associazione Nazionale Testimoni di Giustizia. “Scomparsa dalla agenda del Governo, la lotta alle mafie resta solo materia per i libri di storia e del giornalismo. Mancata assegnazione della delega al viceministro alla Presidenza della Commissione Centrale, mancato accoglimento delle proposte di modifica al decreto attuativo della legge sulla assunzione dei testimoni, revoca delle scorte, abbandono delle famiglie dei testimoni e dei collaboratori di giustizia che finiscono per essere barbaramente assassinati. Nulla di tutto ciò interessa il ministro Lamorgese che sta comodamente chiusa nel silenzio del suo Palazzo salvo ogni tanto dichiarare che legalità vuol dire futuro. È di straordinaria evidenza - ha proseguito Ignazio Cutrò -, l'ipocrisia di questa falsa narrazione della lotta alle mafie. Invitiamo con urgenza il ministro Lamorgese ha guardare più da vicino e ci spieghi il suo silenzio. Continuare a rinviare queste decisioni, prosegue Cutrò, impedisce alle nostre famiglie non solo di guardare al futuro ma sopratutto impedisce di vivere anche il presente. Questo Governo - ha concluso il presidente dell’Associazione Nazionale Testimoni di Giustizia - non ha ancora dato alcun segnale di sostegno a coloro che con coraggio civile hanno testimoniato nei processi contro le mafie”.

Foto da Facebook

Le recensioni di AntimafiaDuemila

UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


UN EROE BORGHESE

UN EROE BORGHESE

by Corrado Stajano

L'Italia degli anni settanta è l'Italia della loggia...

ECONOMIA DROGATA

ECONOMIA DROGATA

by Giorgio Malfatti di Monte Tretto

La criminalità organizzata dedita al narcotraffico ha portato...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa