Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia Flash Klaus Davi denuncia: ''Qualcuno si e' introdotto in casa mia a Reggio Calabria''

Rassegna Stampa

Klaus Davi denuncia: ''Qualcuno si e' introdotto in casa mia a Reggio Calabria''

di AMDuemila
Ignoti si sono introdotti in casa del giornalista e massmediologo Klaus Davi, a Reggio Calabria. A denunciare l'effrazione, con i delinquenti che hanno sfondato una vetrata, è stato lo stesso giornalista, che è anche consigliere comunale di San Luca: "Sono tornato a Reggio Calabria stanotte e ho trovato la vetrata sfondata, ho chiamato la polizia ed è intervenuta anche la scientifica per i rilievi. Hanno trovato delle impronte: c'è gente che è entrata in casa, ma non ha portato via apparentemente nulla. L'ipotesi è che cercassero un computer, un telefonino, delle carte. Quindi cercavano qualcosa". "Non ci penso neanche ad andarmene e a lasciare la mia casa di Reggio Calabria - ha aggiunto in una nota -. Penso che invece la 'ndrangheta stia vivendo, soprattutto in questa zona, un momento di difficoltà. Lo Stato ha inferto colpi non da poco e a governare i clan ora ci sono quarantenni che fanno fatica a imporsi per mancanza di 'carisma criminale'. Quello che qui manca completamente è la presenza della politica e delle istituzioni. A proposito di disuguaglianza, qui la politica non si vede mai. E' scomparsa. La sinistra diceva di ricominciare dalle periferie... Alla destra la mafia interessa poco, parlano solo di migranti. Risultato: solitudine e desolazione ma non molliamo! Colgo l'occasione per ringraziare la Polizia di Stato che anche in questo caso ha dimostrato la sua assoluta e totale professionalità”.

Al collega Klaus Davi va tutta la solidarietà della redazione di ANTIMAFIADuemila

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...

THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...


LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...

UN EROE BORGHESE

UN EROE BORGHESE

by Corrado Stajano

L'Italia degli anni settanta è l'Italia della loggia...


ECONOMIA DROGATA

ECONOMIA DROGATA

by Giorgio Malfatti di Monte Tretto

La criminalità organizzata dedita al narcotraffico ha portato...

GLI AGNELLI

GLI AGNELLI

by Antonio Parisi

Quando il conte Emanuele Cacherano di Bricherasio, insieme...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa