Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia Flash Mafia: testimone giustizia Cutro', 'governo assegni delega per Commissione Centrale'

Rassegna Stampa

Mafia: testimone giustizia Cutro', 'governo assegni delega per Commissione Centrale'

'La mancata assegnazione ulteriore ostacolo a difficili condizioni di vita dei protetti'
Palermo. "Nella mia duplice veste di testimone di giustizia e di Presidente della Associazione Nazionale Testimoni di Giustizia sento il dovere di chiedere, con urgenza, che sia affidata ad uno dei viceministri, Vito Claudio Crimi e Matteo Mauri, l'incarico di Presidente della Commissione Centrale per la definizione è applicazione delle speciali misure di protezione". E' la richiesta del testimone di giustizia Ignazio Cutrò. "La mancata assegnazione della delega, da parte del Ministro dell'interno Luciana Lamorgese, rappresenta un ulteriore ostacolo alle già difficili condizioni di vita della popolazione protetta - dice -È fondamentale che la Commissione Centrale riprenda al più presto la sua attività". "Non è giustificabile lo stallo della Commissione Centrale le cui ripercussioni rischiano di avete gravi conseguenze sulla gestione ordinaria (reinserimento lavorativo, sicurezza ecc.) ma anche, direi sopratutto, sui provvedimenti di urgenza, in ingresso nel programma speciale di protezione. Certamente - prosegue Cutrò - si potranno ammettere al programma di protezione, in via provvisoria, testimoni di giustizia e collaboratori di giustizia, ma è indubbio che mancheranno i provvedimenti di uscita che dipendono invece esclusivamente dalla delibere della Commissione Centrale, con un aumento quindi dei disagi e del numero di persone protette". E conclude: "Faccio appello al Governo e al Ministro dell'interno affinché sia finalmente assegnata la delega per l'incarico di Presidente della Commissione Centrale".

AdnKronos

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa