Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Rassegna Stampa

''L'Internazionale Mafiosa'', l'ultimo scritto inedito di Enrico Somma

internazionale mafiosadi AMDuemila
Un libro in cui, partendo dalla storia di Partinico, la strage che si verificò nel paese, le battaglie contro l'inquinamento si arriva a evidenziare le contraddizioni dell'Italia. E' l'ultimo lavoro di Enrico Somma, il "giornalista senza giacca e cravatta" come viene chiamato, che ha pubblicato "L'Internazionale Mafiosa". Una storia che viene ripercorsa arrivando anche ai tempi dell'Unità fino ad arrivare anche all'attualità analizzando l'ascesa anche di mafie straniere come quella nigeriana, divenuta forte grazie anche alla tratta di esseri umani che poi confluisce nella prostituzione.
Una pubblicazione che, spiega lo stesso Somma, "sviluppa sul piano storico e internazionale vicende e temi già affrontati nei miei pamphlet 'I tabù delle mafie' e 'Potrebbe il Csm illuminare una sospetta trattativa...?' (Europa Edizioni, Roma 2016). Ripercorro le vicende come gli attacchi subiti da Falcone anche dal sindaco Orlando o dall'Avvocato Alfredo Galasso. E sempre di Galasso, avvocato di Siino, 'ministro dei lavori pubblici' della mafia e dei suoi parenti, racconto anche altre vicende paradossali a cui ho assistito in prima persona, come una camera di consiglio penale a porte aperte (contra legem) con un Gip che approfittò dell'assenza del pm. Racconto anche la storia vissuta con Danilo Dolci che mi disse 'i fatti più importanti sono sotto gli occhi di tutti ma nessuno osa parlarne per paura di fare uno sgarbo ai mafiosi'". Da tutti questi elementi ne esce fuori un romanzo giornalistico che attraversa vicende di mafia di cui nessuno parla.