Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia Flash Giornata Nazionale della Memoria e dell'Impegno

Rassegna Stampa

Giornata Nazionale della Memoria e dell'Impegno

di Valeria Di Brisco*
La Giornata Nazionale della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, promossa da Libera, da ventiquattro anni rappresenta l'occasione concreta per fare memoria viva e chiedere verità e giustizia. La XXIV edizione “Orizzonti di Giustizia Sociale – passaggio a Nord-est" si è svolta il 21 marzo a Padova, dove ha avuto luogo la manifestazione nazionale. Libera ha scelto Padova per stare vicino a chi, nel Nordest, non si rassegna alla violenza mafiosa, alla corruzione e agli abusi di potere.
Ogni anno un lungo elenco di nomi scandisce la memoria che si fa impegno quotidiano. Recitare i nomi e i cognomi come un interminabile rosario civile, per farli vivere ancora, per non farli morire mai, per farli esistere nella loro dignità.
In provincia di Messina sono state due le manifestazioni promosse da Libera e lo scopo è stato quello di dare modo a chi è nelle vicinanze di potervi prendere parte. Così, oltre che nella sede di Messina, anche a Milazzo presso “Gigliopoli, la Città dei bambini spensierati”, di cui è ambasciatore lo stesso Luigi Ciotti, si è svolto l’evento che ha ospitato le scuole del territorio. Trenta ragazzi, delle classi terze del nostro Liceo, accompagnati dalla Professoressa Loredana Stagno, hanno preso parte alla manifestazione. Durante l’evento, la signora Angela Manca, madre di Attilio Manca, giovane urologo barcellonese, ha voluto ricordare Augusta Schiera, madre dell’agente Nino Agostino, scomparsa da pochi giorni. A seguito del suo intervento, sono state lette alcune pagine, tratte dal libro di Lorenzo Baldo “La mafia ordina: suicidate Attilio Manca”.

* VA Classico

Tratto da: lavocedelgibbi.blogspot.com

ARTICOLI CORRELATI

#Gigliopoli e quel riscatto che fa paura

Una notte d'estate al Capo. I colori dell'arcobaleno illuminano Gigliopoli

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa