Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia Flash Alberto Giacomelli ucciso dalla mafia il 14 settembre di 30 anni fa: S. Ognibene e A. Bolzoni ricostruiscono la vicenda nel libro ''Un uomo perbene''

Rassegna Stampa

Alberto Giacomelli ucciso dalla mafia il 14 settembre di 30 anni fa: S. Ognibene e A. Bolzoni ricostruiscono la vicenda nel libro ''Un uomo perbene''

un uomo per beneIl 14 settembre di 30 anni fa la mafia uccide a Trapani il magistrato in pensione Alberto Giacomelli
Ora in libreria per EDB, la sua storia viene riconsegnata alla memoria

«Un delitto “senza”. Senza clamore. Senza assassini (mai trovati), senza movente per lungo tempo, senza lapidi e celebrazioni per ricordare l’uomo e il magistrato. Un giudice dimenticato un attimo dopo la sua morte violenta».
Alberto Giacomelli, ucciso dalla mafia il 14 settembre 1988, aveva lasciato la toga da più di un anno per andare in pensione. Era stato presidente delle misure di prevenzione del Tribunale; un uomo defilato, silenzioso, sobrio. Uno che dietro il sipario decideva i destini economici di quei «galantuomini» e che aveva messo la firma su un patrimonio che, per volontà e in nome del popolo italiano, non doveva più appartenere alla mafia. Il suo delitto senza memoria, inghiottito da depistaggi, omertà, ignoranza porta, sullo sfondo, l’ombra cupa di Totò Riina.
Salvo Ognibene riconsegna alla memoria la storia del coraggioso magistrato con il libro «Un uomo perbene. Vita di Alberto Giacomelli, giudice ucciso dalla mafia» pubblicato dalle Edizioni Dehoniane Bologna con la prefazione del giornalista di «Repubblica» Attilio Bolzoni (pp. 120, euro 12,00).
Lontana dalle attenzioni dei cronisti e dalle luci degli studi televisivi, la figura di Giacomelli ci viene ora restituita grazie ai ricordi di chi lo ha conosciuto.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL GIORNO DEL GIUDIZIO

IL GIORNO DEL GIUDIZIO

by Andrea Tornielli, Gianni Valente

Il tentato "golpeˮ contro Francesco esplode come "bomba...

PALERMO CONNECTION

PALERMO CONNECTION

by Petra Reski

Palermo Connection inaugura una nuova serie di gialli...


STORIA SEGRETA DELLA ‘NDRANGHETA

STORIA SEGRETA DELLA ‘NDRANGHETA

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

Se un tempo i suoi affiliati andavano a...

UN MORTO OGNI TANTO

UN MORTO OGNI TANTO

by Paolo Borrometi

"Ogni tanto un murticeddu, vedi che serve! Per...


LA BESTIA

LA BESTIA

by Carlo Palermo

2 aprile 1985: l'auto che porta Carlo Palermo...

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...


ONG

ONG

by Sonia Savioli

Nel Medioevo si cercavano di unifi care territori...

CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa