Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia Flash Mafia: fondazione Caponnetto, Toscana ormai colonizzata

Rassegna Stampa

Mafia: fondazione Caponnetto, Toscana ormai colonizzata

toscana regione cartina“15 miliardi di affari all'anno, 40 clan attivi sul territorio”
Firenze. La Toscana è "terra di criminalità organizzata e parzialmente colonizzata dalla mafia", dove sono presenti, con un elevato livello di attività, tra le 30 e le 40 organizzazioni criminali organizzate, con un giro d'affari annuo di 15 miliardi di euro. E' il quadro, "peggiorato rispetto al passato e caratterizzato da segnali preoccupanti", che emerge dal report 2018 predisposto dalla Fondazione Antonino Caponnetto e presentato oggi a Firenze dal presidente Salvatore Calleri. In Toscana, ha elencato Calleri, ci sono poi "gli imprenditori che si rivolgono alle 'ndrine per riscuotere i crediti; il porto di Livorno, dove arrivano tonnellate di cocaina; Pisa, l'altra base strategica del traffico di sostanze stupefacenti". Nonostante le "brillanti operazioni condotte dalle forze dell'ordine - ha proseguito il presidente della fondazione - non possiamo non rilevare che la guardia sul fenomeno è bassa e si riscontrano anche forme di omertà. In Toscana la mafia è oramai spalmata, non c'è zona messa peggio di un'altra; non esiste più un angolo di tranquillità”. Per Calleri, contro tutto questo "la politica sta facendo poco, ed anche la società civile: è preoccupante, perché la diversità toscana era proprio l'attenzione al fenomeno. E di attenzione ora se ne vede poca". "Anche a livello nazionale - ha concluso -, c’è una grossa operazione antimafia al giorno, ma se ne parla pochissimo. Eppure questo è il principale problema del paese".

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...

ONG

ONG

by Sonia Savioli

Nel Medioevo si cercavano di unifi care territori...


CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa