Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia Flash Mafia: Apocalisse; condanne per 17 boss e estortori Palermo

Rassegna Stampa

Mafia: Apocalisse; condanne per 17 boss e estortori Palermo

Tribunale infligge un secolo e mezzo di carcere, 5 assolti
Palermo. Quasi un secolo e mezzo di carcere è stato inflitto dal tribunale di Palermo a 17 tra presunti boss, estorsori e favoreggiatori delle cosche palermitane finiti in carcere nelle operazioni Apocalisse del 2014 e del 2015. I blitz decapitarono i clan di San Lorenzo, Resuttana, Acquasanta e Partanna Mondello e ricostruirono diverse ipotesi di estorsione. Cinque gli assolti: Benedetto Alerio, Alessandro Chiovaro, Salvatore Buccafusca, Ivana De Lisi, Michele Pillitteri. Stralciate le posizioni di Ciro Giccione (condannato solo per la detenzione di armi a 3 anni e 6 mesi), Benedetto Alfano, Fabio Gloria, Carmelo Cusimano perché mancavano, non avendole richieste la Procura, alcune intercettazioni ritenute indispensabili. L'accusa in giudizio è stata rappresentata da Amelia Luise, Annamaria Picozzi, Francesco Del Bene, Roberto Tartaglia e Dario Scaletta. Queste le condanne: Massimiliano Ammirata 1 anni e 3 mesi, Domenico Barone 13 anni e 6 mesi, Giuseppe Calvaruso 17 anni e 10 mesi, Girolamo D'Alessandro 2 anni e 8 mesi, Salvatore D'Urso 16 anni, Seam D'Angelo 3 anni e 8 mesi (è caduta l'accusa di associazione mafiosa), Ignazio Di Maria 15 anni, Giuseppe Faraone 4 anni e 6 mesi, Gaetano Ficano 1 anno e 3 mesi, Sebastiano Filingeri 16 anni, Giuseppe Giorlando 5 anni e 6 mesi, Camillo Graziano 15 anni, Francesco La Barbera 6 anni, Agostino Matassa 15 anni, Giuseppe Messia 7 anni, Vincenzo Russo 1 anno e 3 mesi e Girolamo Taormina 13 anni. Erano accusati a vario titolo di mafia, estorsione, favoreggiamento, corruzione elettorale e detenzione di armi. Questa tranche del procedimento è stata celebrata dal tribunale, un'altra è stata già definita in abbreviato dal gup con la condanna di 82 imputati a oltre 500 anni di reclusione. Il tribunale ha rinviato al 4 luglio il processo per trattare le posizioni che sono state stralciate.

ANSA

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...


UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...

THE TIME IS NOW

THE TIME IS NOW

edited by David Bidussa

Quanta sete di giustizia, quanta carica vitale, quanta...


I DIARI DI FALCONE

I DIARI DI FALCONE

by Edoardo Montolli

Le agende di Giovanni Falcone entrarono e uscirono...

LA VERITA' DEL FREDDO

LA VERITA' DEL FREDDO

by Raffaella Fanelli

Raffaella Fanelli intervista Maurizio Abbatino- La banda della...


NON LASCIAMOLI SOLI

NON LASCIAMOLI SOLI

by Francesco Viviano, Alessandra Ziniti

Quello che l’Italia e l’Europa non vogliono sentire...

OMBRE NERE

OMBRE NERE

by Giuseppe Lo Bianco , Sandra Rizza

Domenica 6 gennaio 1980. Un giovane dagli occhi...


Libri in primo piano

avanti mafiaSaverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





Ncollusi homeino Di Matteo
e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa



il ritorno del principe homeSaverio Lodato
Roberto Scarpinato


IL RITORNO DEL PRINCIPE
La criminalità dei potenti
in Italia