Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Rassegna Stampa Mafia Flash Mafia: Falcone e Borsellino in 150 foto, mostra a Firenze

Rassegna Stampa

Mafia: Falcone e Borsellino in 150 foto, mostra a Firenze

borsellino falcone shobha bigIn Toscana la mostra itinerante dell'ANSA per il Miur
Firenze. Un racconto in 150 foto per la storia di due magistrati simbolo della lotta alla mafia e per la legalità: è la mostra "L'eredità di Falcone e Borsellino" curata dall'Agenzia ANSA e realizzata per il Miur. La tappa fiorentina della mostra è in programma domani, martedì 10 gennaio, alle ore 15, con l'inaugurazione al Liceo Scientifico Guido Castelnuovo di Firenze, in via della Colonna, 10. La mostra, il cui primo allestimento è stato inaugurato dal Presidente della Repubblica a Palermo nel 2012 in occasione del 20/o anniversario delle stragi di Capaci e di Via D'Amelio, è itinerante e destinata a toccare 20 scuole in altrettanti capoluoghi di regione. La storia di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, dall'adolescenza a Palermo, all'ingresso in magistratura, dalla nascita del "Pool antimafia" al maxiprocesso e le stragi del '92, è tutta nel percorso di immagini integrate, nei pannelli espositivi, da riproduzioni di notizie dell ANSA relativi ai fatti e personaggi presi in considerazione. Il progetto ha l'obiettivo principale di far conoscere ai tantissimi giovani, che in quegli non erano ancora nati, chi erano Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e cosa accadde nel 1992. L'iniziativa vuole essere un tentativo di trasferire ai ragazzi quei valori che incarnavano due grandi uomini dello Stato che hanno sacrificato la loro vita in nome della legalità. Si tratta di un vero e proprio "percorso di educazione alla legalità" che può contribuire a combattere le mafie e l'illegalità a partire dai banchi di scuola. La mostra è corredata da un documentario, realizzato dal responsabile della redazione siciliana dell'ANSA, Franco Nuccio, in collaborazione con il fotoreporter Giuseppe Di Lorenzo, che racconta i vari capitoli della vita dei due magistrati attraverso le testimonianze delle persone che li hanno conosciuti più da vicino: le sorelle Maria Falcone e Rita Borsellino, i magistrati Leonardo Guarnotta, Giuseppe Ayala e Antonio Ingroia, i giornalisti Felice Cavallaro e Francesco La Licata e il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

ANSA

Foto © Shobha

Le recensioni di AntimafiaDuemila

L'ILLEGALITA' PROTETTA

L'ILLEGALITA' PROTETTA

by Rocco Chinnici

Uno per uno ci scelse: noi magistrati che...

PAOLO BORSELLINO - L'UOMO GIUSTO

PAOLO BORSELLINO - L'UOMO GIUSTO

by Alessandra Turrisi

A 25 anni dalla morte (19 luglio 1992),...


GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO

GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO

by Carlo Sarzana di Sant'Ippolito

Ancora oggi, i misteri fondamentali che gravano sulle...

NOI, GLI UOMINI DI FALCONE

NOI, GLI UOMINI DI FALCONE

by Angiolo Pellegrini

Palermo, gennaio 1981. Quando il capitano Angiolo Pellegrini...


L'ASSEDIO

L'ASSEDIO

by Giovanni Bianconi

Tragico e coinvolgente, "L'assedio" ci riporta a uno...

QUEL TERRIBILE ’92

QUEL TERRIBILE ’92

edited by Aaron Pettinari

Di tutti gli anni della nostra storia recente,...


STATO DI ABBANDONO

STATO DI ABBANDONO

by Riccardo Tessarini

L’opera è narrata in prima persona ed è...

GIUSTIZIALISTI

GIUSTIZIALISTI

by Sebastiano Ardita, Piercamillo Davigo

«Noi con le nostre forze di Polizia li...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano a trattare con la mafia


quarantanni-di-mafia-agg

Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


apalermo-homeLuciano Mirone

A PALERMO PER MORIRE
I cento giorni che condannarono
il generale Dalla Chiesa




la-mafia-non-lascia-tempo-homeGaspare Mutolo con Anna Vinci

LA MAFIA NON LASCIA TEMPO
Vivere, uccidere, morire, dentro a Cosa Nostra. Il braccio destro di Totò Riina si racconta