Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Primo Piano Gratteri: ''Con Rinascita-Scott a processo colletti bianchi e massoneria deviata''

Gratteri: ''Con Rinascita-Scott a processo colletti bianchi e massoneria deviata''

di AMDuemila
"Finché indaghi su nomi e cognomi noti della 'Ndrangheta tutti ti dicono che sei bravo, che hai coraggio. Ma se vai a toccare i centri di potere oliati che si interfacciano con la 'Ndrangheta e la massoneria deviata allora diventi scomodo. E cominci a dare fastidio".
E' l'amara considerazione del Procuratore capo di Catanzaro Nicola Gratteri, in un'intervista a 'La Stampa', in merito al maxi-processo contro la 'Ndrangheta di Vibo Valentia, finiti sotto accusa nell'ambito dell'inchiesta "Rinascita-Scott", che vede imputati circa 500 persone.
A settembre nell’ex area Sir di Lamezia Terme, si terrà l'udienza preliminare, poi, una volta scelti i vari riti, avrà luogo quello che può essere già considerato come un processo storico.
Perché alla sbarra ci sono i mafiosi della cosca Mancuso, ramificata in 13 "locali" autoctone con proiezioni in 12 regioni italiane e rapporti a doppio filo con quell’area grigia formata da colletti bianchi ed obbedienze massoniche deviate.
E nelle indagini sono finiti nomi eccellenti come l’arcinoto avvocato ed ex senatore di Forza Italia Giancarlo Pittelli, che si trova a rispondere dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa. Ma a giudizio potrebbero finire anche altri suoi colleghi, esponenti delle forze di polizia, amministratori pubblici, e massoni deviati.
Nell'intervista Gratteri ha spiegato la trasformazione della criminalità organizzata calabrese, divenuta oggi "la mafia più potente, l'unica presente in cinque continenti". "Un'organizzazione solida al suo interno e credibile all'esterno. Ma è nelle relazioni con la società civile, col potere, con il mondo delle professioni che ha fatto il salto più importante". "Se prima le relazioni esterne col mondo delle professioni e del potere massonico deviato erano viste come una condizione patologica del sistema mafioso, adesso sono diventate una componente fisiologica", ha aggiunto. 'Ndrangheta e massoneria, secondo il magistrato, interagiscono tra loro "in una logica di mutuo soccorso, in una perfetta sinergia si toccano, si parlano e fanno affari per interessi. Una aiuta l’altra mettendo a disposizione il suo know how, la sua rete di rapporti e i propri strumenti che si completano". E proprio "le relazioni esterne - ha concluso - portano la mafia lontano dai suoi territori di origine e sono queste a rappresentare il capitale sociale che fa crescere l'organizzazione".

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa