Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Primo Piano Strage Bologna, Tescaroli: ''Indagine individua saldatura estrema destra-massoneria''

Strage Bologna, Tescaroli: ''Indagine individua saldatura estrema destra-massoneria''

di AMDuemila - Video
Chiusa ieri l’indagine della procura generale sui mandanti della strage del 2 agosto 1980

“L’indagine sui mandanti della strage di Bologna è un’indagine retrospettiva che ci porta ad individuare, storicamente, l’esistenza di una saldatura tra ambienti della destra estrema, destra parlamentare e ambienti della massoneria”. Sono queste le parole del procuratore aggiunto della procura di Firenze, Luca Tescaroli, in un’intervista al Tgr Toscana, riguardo la chiusura da parte della procura generale di Bologna sui mandanti della Strage di Bologna, avvenuta il 2 agosto 1980. Il magistrato, che in passato si è occupato della strage di Capaci e anche dell’inchiesta sui mandanti esterni delle stragi, ha commentato la sentenza in cui è stato condannato un gruppo neonazista che utilizzava il web per fomentare l’odio razziale. “E’ un punto di arrivo di un’indagine originaria, che è stata avviata nel 2011, - ha detto il procuratore al Tgr - e che ha consentito di individuare una serie di soggetti inerenti a un contesto proiettato a portare avanti iniziative di estrema destra. Con l’impiego della rete e del web per diffondere e istigare all’odio razziale in tutte le sue sfaccettature”. Riguardo al rischio della presenza di gruppi neonazisti in Toscana, Tescaroli ha concluso: “Il pericolo che vi è in Toscana è che dalle manifestazioni esteriori si passi poi alle concretizzazioni di azioni che colpiscono soggetti indicati”.

VIDEO Guarda il servizio del Tgr Toscana

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Strage Bologna, tra P2 e Servizi, conclusa inchiesta su mandanti

Le recensioni di AntimafiaDuemila

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

LE MENTI DEL DOPPIO STATO

by Mario José Cereghino, Giovanni Fasanella

L’inchiesta condotta dagli autori, basata su anni di...

L'AMORE NON BASTA

L'AMORE NON BASTA

by Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti parla di se stesso attraverso...


CRISI DI CIVILTA'

CRISI DI CIVILTA'

by Noam Chomsky, C. J. Polychroniou

Gli interventi del grande linguista sulla pandemia.«Il più...

LA NOTTE DELLA CIVETTA

LA NOTTE DELLA CIVETTA

by Piero Melati

Leonardo Sciascia pubblicò "Il giorno della civetta" nel...


INTORNO A PEPPINO

INTORNO A PEPPINO

by Salvo Vitale

Peppino Impastato, assassinato a trent'anni dai mafiosi di...

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa