Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Primo Piano Solo una parola: grazie!

Solo una parola: grazie!

di Paolo Borrometi
Loro sono i magistrati che hanno sostenuto l’accusa nel processo “Trattativa” a Palermo. Negli anni li abbiamo insultati, denigrati, accusati di complottismo. Abbiamo detto le idiozie e le cattiverie più gravi, perché non potendo smontare le tesi del loro lavoro, dovevamo distruggerne l’immagine. Ed allora via con il campionario, sempre il solito: che “cercavano visibilità”, che lucravano sulle minacce dei mafiosi.
Poi la sentenza che ha dato loro ragione. Ma non è bastata. “Hanno sbagliato tutto”, disse un assessore regionale siciliano.
Ieri le parole di un boss, feroce, al suo attivo un numero imprecisato di omicidi, stragi ed incontri “politici”.
Il boss è Giuseppe Graviano, ha raccontato di aver incontrato Silvio Berlusconi. “Almeno tre volte”. E che Berlusconi fosse consapevole del fatto che Graviano fosse in latitanza. E lo incontrava, comunque.
Premetto che mi fido poco delle verità così frammentate di Graviano e mi domando perché parli solo adesso e soprattutto a chi si rivolga. Detto questo, però, le parole di Graviano ci fanno comprendere con certezza che quei magistrati, così osteggiati, hanno - a rischio della loro stessa vita - dato un contributo eccezionale per la verità in questo Paese. Capendo, studiando e indagando su fatti indicibili della nostra Repubblica.
Ed allora grazie. Grazie ai pm Antonino Di Matteo, Vittorio Teresi, Francesco Del Bene e Roberto Tartaglia.
Dopo tanti anni, tanti insulti: grazie alle vostre famiglie per gli innumerevoli sacrifici, grazie a voi per il vostro lavoro e per come lo avete fatto.
Noi siamo con Voi! E condividiamo la vostra immagine, perché siete la parte più bella di questo Paese.

Tratto da: facebook.com

ARTICOLI CORRELATI

Graviano vs Berlusconi in un Paese (sempre più) narcotizzato

Nino Di Matteo: ''Le dichiarazioni di Graviano? Io fui additato come un fanatico visionario''

"Parla" il boss stragista Giuseppe Graviano

Vincenzo Agostino a Graviano: ''Se sai qualcosa parla, sono disposto a incontrati''

Graviano parla: ''Un imprenditore di Milano non voleva che si fermassero le stragi''

Eravamo noi magistrati visionari?

'Ndrangheta stragista, Graviano: ''Mi incontrai con Berlusconi da latitante''

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa