Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Primo Piano Anno giudiziario, il Csm ha scelto i referenti per i singoli distretti

Anno giudiziario, il Csm ha scelto i referenti per i singoli distretti

di AMDuemila
Davigo a Milano, Di Matteo a Palermo, Ardita a Catania ed Ermini a Perugia

Ogni anno l'inaugurazione dell'Anno giudiziario è un momento importante per la giustizia italiana. In quella sede si tracciano i bilanci, si snocciolano i numeri dei procedimenti pendenti, si mettono in evidenza le criticità varie di ogni sede e si cerca di indicare una via da seguire per affrontare le varie problematiche che si susseguono.
Un apertura più che mai attesa dopo gli scandali sui tentativi di ingerenze nelle nomine dei capi di alcuni uffici di Procura. Un'inchiesta che ha scosso la stessa magistratura nei più alti vertici con le dimissioni di cinque consiglieri togati del Csm e del procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio.
Primo appuntamento sarà il 31 gennaio 2020, con l'inaugurazione dell'Anno giudiziario nella tradizionale cerimonia che si tiene presso l'aula magna della Corte di Cassazione. L'evento vedrà anche la partecipazione del Capo dello Stato, Sergio Mattarella.
Per il giorno successivo, il primo febbraio, è invece prevista la cerimonia nei singoli distretti di Corte d'Appello.
Alle tradizionali relazioni del Presidente della Corte d'Appello e del procuratore generale seguiranno gli interventi dei rappresentanti del ministero della Giustizia, della magistratura e dell’avvocatura.
E il Csm ha già designato quelli che saranno i consiglieri che rappresenteranno l'organo di autogoverno in ogni singola città.
Così si apprende che Piercamillo Davigo, che guida la corrente ‘Autonomia & Indipendenza’ sarà a Milano, mentre Mario Suriano di Area sarà a Roma. A Napoli invece l’intervento sarà affidato al magistrato Antonio D’Amato di Magistratura Indipendente, entrato nel Csm con le elezioni suppletive di ottobre. L'altro consigliere eletto in quella tornata, Nino Di Matteo, interverrà alla cerimonia di inaugurazione del distretto di Corte d’Appello di Palermo. Una sede, quella del Capoluogo siciliano, che lo ha visto impegnato in svariate indagini delicate sulla mafia ma anche sui rapporti che la stessa ha avuto con le istituzioni.
A Catania sarà presente Sebastiano Ardita, mentre al distretto di Corte d’Appello di Perugia il Csm sarà presente nella persona del vicepresidente David Ermini. Una scelta simbolica se si considera che proprio a Perugia è partita l’inchiesta che ha scosso l'intero mondo della magistratura.
L'elenco prosegue con Gabriele Fiorentino ad Ancona, Giovanni Zaccaro a Bari, Michele Ciambellini a Bologna, Ilaria Pepe a Brescia, Paola Piraccini a Cagliari, Loredana Micciché a Caltanissetta, Giuseppina Guglielmini a Campobasso, Elisabetta Chinaglia a Catanzaro, Paola Maria Braggion a Firenze, Fulvio Gigliotti a Genova, Marco Mancinetti a L'Aquila, Concetta Angela Roberta Grillo a Lecce, Emanuele Basile a Messina, Pasquale Serrao D'Aquino a Potenza, Stefano Cavanna a Reggio Calabria, Michele Cerabona a Salerno, Giuseppe Marra a Torino, Filippo Donati a Trento, Alessandra Dal Moro a Trieste ed Alessio Lanzi a Venezia.

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Il ''vento nuovo'' al Csm: quelle pratiche a tutela che non piacciono alla politica

Elezioni Csm, una folata di vento nuovo

Le recensioni di AntimafiaDuemila

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...

LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...


DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa