Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Primo Piano Grazie a chi in tutti questi anni ha protetto la mia vita

Grazie a chi in tutti questi anni ha protetto la mia vita

di Paolo Borrometi
Era il 26 agosto 2014 quando mi dissero “Borrometi la sua vita è in pericolo, da oggi la sua vita sarà con una scorta”. Con oggi entro nel sesto anno, anni duri e difficili, fatti da minacce drammatiche e da una sfilza di processi per le condanne a morte dei boss, ma con me ci sono sempre stati Loro. Ed il mio primo ringraziamento va proprio a Loro, ai Carabinieri che in tutti questi anni hanno protetto la mia vita. E con Loro a tutti gli inquirenti, alla Polizia che ha fatto le indagini, ai Magistrati di Catania, di Ragusa e di Siracusa che mi hanno salvato da nuovi intenti criminali.
Agli amici che mi hanno protetto da un tragico isolamento, a quella scorta mediatica fatta da tante colleghe e colleghi. Ai cittadini che hanno preso coraggio e hanno denunciato. A tutti Voi che siete qui a leggermi ed a fare squadra.
La notte fra il 24 e il 25 agosto 2014 aveva tracciato ancora una volta un confine ideale nella mia vita. Un incendio era stato appiccato alla porta di casa, con il chiaro intento di togliermi di mezzo, divorato dalle fiamme, come un topo in gabbia. Ero già stato aggredito, il 16 aprile del 2014, e da allora vivo con una spalla molto più che ammaccata. Così arrivammo alla più grande vittoria dello Stato, quando il 10 aprile dell’anno scorso il Giudice per le Indagini Preliminari di Catania scrisse che era pronta un’eclatante azione omicidiaria per eliminare lo scomodo giornalista Borrometi. E con me Loro, gli Uomini della scorta.
Agli occhi di molti sembra quasi che la vita sotto scorta sia un privilegio e non un inferno popolato da alcuni angeli e da molti demoni. Io quel pizzico di libertà fisica l’ho persa, ma non va drammatizzata perché da allora ho capito che la libertà più importante è quella della coscienza. Ed avere la coscienza pulita non ha prezzo!
In questi giorni c’è stato qualcuno che ha provato, in ogni modo, a falsificare la realtà, a “mascariarla” perché convinto che, gettando fango addosso a chi denuncia, possa far passare in secondo piano le proprie colpe e le proprie condanne. Tutto per colpa di queste denunce, per colpa degli articoli e del mio libro “Un morto ogni tanto”.
A me piace ricordare una cosa, però: in tutti questi anni ho continuato a scrivere, senza mai arretrare. Spaventato sì, ma non piegato. Ho continuato a denunciare, a descrivere gli affari mafiosi, le collusioni con la politica e quelle con l’imprenditoria. E l’ho fatto facendo nomi e cognomi. L’ho fatto perché l’Articolo 21 della Costituzione è anche e soprattutto - come ripeto sempre - il diritto Vostro, dei cittadini, ad essere informati.
Ma lo ribadisco, facciamo squadra. Questo Paese ha bisogno di cittadini che non si girino dall’altra parte, altrimenti sarà tutto perso.
Al di là della singola vita di ognuno di Noi, comunque andrà, ho imparato una grande lezione: è il Noi che vince, e vince sempre.

Tratto da: articolo21.org

ARTICOLI CORRELATI

Per Borrometi era pronto un attentato e oggi tentano di screditarlo

Le recensioni di AntimafiaDuemila

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...

A CASA NOSTRA

A CASA NOSTRA

by Danilo Guerretta, Monica Zornetta

"Parlare di mafia in Veneto? Ma se qui...


MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa