Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Primo Piano Giarrusso su rimozione Di Matteo: ''Un fatto molto grave''

Giarrusso su rimozione Di Matteo: ''Un fatto molto grave''

di Mario Michele Giarrusso
La rimozione del Dott. Di Matteo dal gruppo di lavoro sulle stragi e i mandanti esterni istituito presso la Direzione nazionale antimafia, appare un fatto davvero molto grave.
Ho subito chiesto al Presidente della commissione antimafia di intervenire per verificare se la questione possa rientrare ed essere chiarita.
Da tempo si dice che le Procure Distrettuali antimafia, in violazione della legge istitutiva della Direzione nazionale antimafia, omettano di comunicare a quest'ultima le indagini più importanti in corso.
Per queste ragioni, avevo visto con grande favore ed interesse, la costituzione dei tre gruppi di lavoro da parte della Direzione nazionale antimafia.
Adesso invece, questo colpo di scena, riporta all'attenzione di tutti ed anche del legislatore, il problema dell'effettivo coordinamento delle indagini sui più importanti delitti accaduti nel nostro paese.
Se qualcuno, colpendo il Dottor Di Matteo, ha inteso colpire la possibilità che vi sia un effettivo coordinamento nazionale nella lotta alla mafia, ha sbagliato i suoi calcoli, perché ha solo reso più impellente e non più procastinabile, l'esame in sede legislativa, della questione.
In qualità di Capogruppo del Movimento 5 Stelle in commissione antimafia, auspico che la vicenda che riguarda il Dott. Di Matteo possa essere rapidamente chiarita, col suo rientro nel gruppo di lavoro della Direzione nazionale antimafia che si occupa delle stragi.

Tratto da: facebook.com/MarioGiarrussocittadinoa5stelle

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Dna: il pm Di Matteo espulso dal pool ''stragi e mandanti esterni''

Il potere alla resa dei conti con Nino Di Matteo, il nuovo Giovanni Falcone

Solidarietà a Nino Di Matteo per la rimozione dal pool sulle stragi

Reintegrate Di Matteo nel pool d'inchiesta sulle stragi!

Attentato a Di Matteo: chi e perché vuole uccidere il pm di Palermo
- Leggi il dossier!

Le recensioni di AntimafiaDuemila

UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


UN EROE BORGHESE

UN EROE BORGHESE

by Corrado Stajano

L'Italia degli anni settanta è l'Italia della loggia...

ECONOMIA DROGATA

ECONOMIA DROGATA

by Giorgio Malfatti di Monte Tretto

La criminalità organizzata dedita al narcotraffico ha portato...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa