Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Primo Piano ''Siri revocato'', è la decisione del Premier Conte

''Siri revocato'', è la decisione del Premier Conte

di AMDuemila
Dopo due ore di Consiglio dei ministri, il Premier Giuseppe Conte, senza far affidamento ad una votazione e dopo aver ascoltato il parere dei suoi ministri, ha deciso per la revoca del sottosegretario leghista Armando Siri. Nei giorni scorsi era stato lo stesso Presidente del Consiglio a proporre il provvedimento ed oggi è tornato a spiegare le ragioni della richiesta. Successivamente la posizione della Lega è stata espressa dal ministro per la Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno, che già nei giorni scorsi si era spesa per la linea contraria alle dimissioni e che è intervenuta assieme al ministro Matteo Salvini. Un intervento che, secondo quanto riferito dalle agenzia stampa, sarebbe stato molto duro. Tuttavia, nonostante la decisione di Conte e le divisioni tra le due compagini governative, con il Movimento Cinque Stelle che a più riprese aveva chiesto le dimissioni, da tutti i ministri è stata espressa fiducia nel capo del governo. La revoca ora sarà proposta al Capo dello Stato Sergio Mattarella. "Ci sarà un decreto per la revoca di Armando Siri. Dal Cdm, dopo una discussione franca e non banale, c'è stata piena fiducia sul mio operato e il governo ha preso la decisione più giusta, alla luce di tutte le circostanze - ha commentato lo stesso Conte rispondendo alle domande dei giornalisti - Se perdiamo la fiducia dei cittadini, se non li avremo al nostro fianco, difficilmente potremo proseguire nell'azione di governo e potremo vantarci di essere il governo del cambiamento".

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Il premier Conte: ''Siri si dimetta''

Salvate il soldato Armando Siri, rischiamo tutti di fare la stessa fine

Siri cacciato ma non corre il rischio della castrazione chimica spesso auspicata da Salvini

Il ''caso Siri'' e Sergio Mattarella

È l'Arata che traccia il solco

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MORO. IL CASO NON E' CHIUSO. LA VERITA' NON DETTA

MORO. IL CASO NON E' CHIUSO. LA VERITA' NON DETTA

by Maria Antonietta Calabrò , Giuseppe Fioroni

Tutto quello che la gente sa sul cosiddetto...

ARAFAT

ARAFAT

by Stefania Limiti

Il conflitto israelo-palestinese è stato esacerbato dalla ritrosia...


SAVE THE MAFIA CHILDREN

SAVE THE MAFIA CHILDREN

by Giuliana Adamo

I figli della ’Ndrangheta nascono per seguire le...

IL LEGIONARIO

IL LEGIONARIO

edited by Luca Palestini

Italia, 1974-1983. Nel Paese delle stragi senza colpevoli,...


GIUDIZIO UNIVERSALE

GIUDIZIO UNIVERSALE

by Gianluigi Nuzzi

l nuovo libro di Gianluigi Nuzzi. Un viaggio...

GOTHA

GOTHA

by Claudio Cordova

Un'inchiesta che affonda le radici nella storia della...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa