Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Primo Piano Salvatore Borsellino: ''Rituccia, adesso avrò anche il tuo sogno per cui combattere''

Salvatore Borsellino: ''Rituccia, adesso avrò anche il tuo sogno per cui combattere''

borsellino salvatore c imagoeconomicadi Salvatore Borsellino
Ciao Rituccia, ormai ero rimasto forse solo io a chiamarti così, come ti chiamava nostro padre che tra tutti i figli vedeva solo te, prendeva in braccio solo te, la più piccola, provocando la gelosia di noi, i figli maschi più grandi che per indispettirti ti raccontavamo che tu non eri, come noi, figlia dei nostri genitori ma eri stata adottata da una famiglia di povera gente che non ti avevano chiamato Rita, ma Scurpidda. E tu scoppiavi a piangere ma poi, poco dopo, dimenticavi tutto e tornavi a cercarci per avere le nostre carezze con quel tuo sorriso che ti faceva splendere il viso già da piccola e al quale non potevamo resistere.

Quel tuo sorriso che hai voluto portarti via troppo presto per andare a cercare quella Verità per cui hai tanto combattuto direttamente da Paolo, da nostra madre, da Adele, l’altra nostra sorella, la più grande, quella che chiamavamo ‘materna’ solo perché aveva qualche anno più di noi e per questo preferiva stare con i ‘grandi’ piuttosto che partecipare ai nostri giochi troppo ‘da piccoli’.

Tu adesso sai la Verità ma mi hai lasciato da solo a lottare, su questa terra, per la Verità e per la Giustizia per quelle stragi che nel ’92 hanno cambiato la nostra vita.

Ma non temere, non smetterò di lottare, non mi sento solo, non mi sento più debole.

Se prima avevo soltanto la luce di Paolo a rischiararmi la strada, a dare forza alle mie gambe, alle mie parole, adesso ci sarà anche la tua.

Se prima avevo solo il sogno di Paolo per cui combattere fino all’ultimo giorno della nostra vita, come ci aveva fatto promettere nostra madre quando ci aveva chiamati il giorno dopo quel tremendo 19 luglio, adesso avrò anche il tuo sogno per cui combattere e non sarà difficile perché il tuo, come quello di Paolo, è soltanto un sogno d’amore.

Tratto da: 19luglio1992.com

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

Grande folla per l'ultimo saluto a Rita Borsellino

Deceduta Rita Borsellino, una vita vissuta alla ricerca della verità

Rita Borsellino, la donna che tenne Berlusconi fuori dalla porta

Ciao Rita!

Addio a Rita Borsellino

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa