Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Primo Piano Trattativa, Mannino: si riapre il dibattimento in appello

Trattativa, Mannino: si riapre il dibattimento in appello

di Aaron Pettinari
Da Ciancimino a Violante la Corte ammette l’audizione dei teste

In applicazione delle nuove “modifiche al codice di procedura penale” la corte d'appello di Palermo, che celebra in secondo grado il processo all'ex ministro Dc Calogero Mannino accusato, in uno stralcio dell'inchiesta sulla trattativa Stato-mafia, di minaccia a Corpo politico dello Stato, ha deciso di rinnovare parzialmente l'istruttoria disponendo la citazione a deporre di Massimo Ciancimino, figlio dell'ex sindaco mafioso Vito, imputato e testimone nel medesimo processo che si celebra con il rito ordinario in Corte d’assise, riguardo i presunti accordi tra Stato e mafia negli anni delle stragi. Oltre a lui dovranno essere ascoltati la giornalista Sandra Amurri, l'ex presidente della Camera Luciano Violante, il collaboratore di giustizia Giovanni Brusca (anch’egli imputato per il medesimo reato), uno dei fedelissimi del boss Totò Riina, Pino Lipari che, pur non avendo lo status di collaboratore di giustizia, ha reso alcune dichiarazioni agli inquirenti, e Nicola Cristella, ex capo scorta del vice capo del Dap degli anni delle stragi Francesco Di Maggio.
In questo dibattimento, ovviamente, i testi vengono sentiti per la prima volta in quanto Mannino, che fu assolto in primo grado per non “aver commesso il fatto”, scelse di essere processato in abbreviato, rito che esclude l'istruttoria in giudizio.
Tuttavia, lo scorso settembre i sostituti procuratori generali Giuseppe Fici e Sergio Barbiera avevano evidenziato il problema della nuova normativa che prevede testualmente: “Nel caso di appello del pubblico ministero contro una sentenza di proscioglimento per motivi attinenti alla valutazione della prova dichiarativa, il giudice dispone la rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale”.
Alla luce di ciò i Pg avevano chiesto “di escludere che l'articolo in questione si applichi anche ai processi celebrati in primo grado nella forma del rito abbreviato”. La presidente della Corte d’appello, Adriana Piras, ha accolto la richiesta solo parzialmente ammettendo la citazione di sei soli teste su una cinquantina di quelli indicati in precedenza. Il processo d'appello si celebra proprio mentre al bunker dell'Ucciardone c'è la discussione del troncone principale.
Secondo l’accusa Mannino consapevole di essere finito nella black list di politici e magistrati condannati a morte da Riina, si sarebbe attivato per aver salva la vita dando il via al dialogo dello Stato con Cosa nostra. Dopo aver letto le motivazioni della sentenza del gup Marina Petruzzella i pm avevano evidenziato il contrasto tra motivazioni e formula del dispositivo d’assoluzione (art. 530 cpv. c.p.p., per non aver commesso il fatto come ascrittogli), presentando il ricorso in appello.
Il processo, dunque, è stato rinviato al 22 marzo.

Foto © Imagoeconomica

Le recensioni di AntimafiaDuemila

MAFIA NIGERIANA

MAFIA NIGERIANA

by Sergio Nazzaro

Nel dicembre 2012, dopo la denuncia di una...

MALAPUGLIA

MALAPUGLIA

edited by Andrea Leccese

Il fenomeno mafioso attecchisce in Puglia con molto...


IL PEGGIO DI ME

IL PEGGIO DI ME

by Ismaele La Vardera

Cosa succede se il candidato sindaco di Matteo...

GASPARE MUTOLO

GASPARE MUTOLO

by Anna Vinci

“Sono un sopravvissuto. Sono la memoria orale della...


LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

LE MAFIE NELL'ECONOMIA LEGALE

by Rocco Sciarrone, Luca Storti

Le mafie continuano a prosperare sia nelle zone...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

SALVATORE CANCEMI: RIINA MI FECE I NOMI DI...

by Giorgio Bongiovanni

Le particolarità di questo libro 1. E’ la prima...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa