Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Primo Piano Incredibile!

Incredibile!

dellutri marcello web9di AMDuemila
La procura generale di Caltanissetta chiede la sospensione della pena per Dell'Utri

Sospendere la pena per l’ex senatore di Forza Italia Marcello Dell’Utri, attualmente in carcere per una condanna definitiva a sette anni per concorso in associazione mafiosa. È la richiesta della procura generale di Caltanissetta, presentata nel corso del giudizio di revisione avviato su richiesta della difesa dell’imputato davanti alla corte d’appello nissena, a seguito del verdetto della Corte di Giustizia Europea in merito alla condanna inflitta, per lo stesso reato, all’ex numero due del Sisde Bruno Contrada.

Nei giorni scorsi era stata respinta l'istanza di differimento della pena, presentata dalla difesa dell’ex senatore al tribunale di sorveglianza di Roma per motivi di salute. I legali sostengono infatti che se la Corte di Strasburgo ha dichiarato la condanna di Contrada illegittima, lo è anche quella del politico di Forza Italia. 

In quell'occasione la Convenzione europea dei diritti dell'uomo condannò l'Italia a risarcire l'ex numero due del Sisde, ritenendo che all'epoca della condotta contestata a Contrada il reato di concorso in associazione mafiosa non fosse sufficientemente tipizzato. Secondo la Cedu, infatti, è dal 1994 in poi – anno della sentenza Demitry che fissò i contorni del concorso in associazione mafiosa – che il reato avrebbe avuto una chiara connotazione. E Dell'Utri è stato condannato per fatti accaduti fino al 1992.

I legali dell'ex senatore hanno tentato la via dell'incidente di esecuzione davanti alla corte d'appello di Palermo, dichiarando che potesse essere immediatamente applicato il verdetto Cedu al loro assistito. L'istanza, che conteneva la richiesta di sospensione della pena, è stata però respinta. Anche la Cassazione ha detto “no” nel momento in cui i legali hanno fatto ricorso, indicando però la strada di revisione, cosa che ha portato a presentare la richiesta del processo davanti ai giudici di Caltanissetta, competenti per legge. Nel frattempo gli avvocati si sono anche rivolti alla corte di Strasburgo che non si è ancora pronunciata.

La corte d'appello ora potrebbe procedere ipotizzando in via preliminare che la sentenza Contrada sia immediatamente applicabile a Dell'Utri e sospendere la pena fino alla pronuncia di merito. Oppure sostenere che sia necessario un pronunciamento specifico sull'ex senatore da parte dei giudici di Strasburgo e quindi negare la sospensione e rigettare nel merito la richiesta.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

IL CORAGGIO DI DIRE NO

IL CORAGGIO DI DIRE NO

by Paolo De Chiara

È la drammatica storia di una fimmina ribelle...

ONG

ONG

by Sonia Savioli

Nel Medioevo si cercavano di unifi care territori...


CIAO, IBTISAM!

CIAO, IBTISAM!

by Serena Marotta

"Ibtisam" è la traslitterazione della parola araba che...

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

LA REPUBBLICA DELLE STRAGI

edited by Antonella Beccaria, Salvatore Borsellino, Federica Fabbretti, Giuseppe Lo Bianco , Stefano Mormile, Nunzia Mormile, Fabio Repici, Giovanni Spinosa

La storia occulta del nostro Paese viene scritta...


SULCIS IN FUNDO

SULCIS IN FUNDO

by Chessa Paolo Matteo

Il "giallo del pozzo" di Carbonia con l'assassinio...

MAFFIA & CO.

MAFFIA & CO.

by Andrea Leccese

Mafia è la parola italiana più famosa al...


IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

IL VOTO DI SCAMBIO POLITICO-MAFIOSO

by Mario Michele Giarrusso, Andrea Leccese

''La norma sul voto di scambio politico-mafioso nasce...

UNA SPECIE DI VENTO

UNA SPECIE DI VENTO

by Marco Archetti

Una storia che è un canto di vita:...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa