Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Primo Piano Scarpinato: dietro piani attentati a toghe non solo mafia

Scarpinato: dietro piani attentati a toghe non solo mafia

scarpinato 2 c emanuele di stefanoIl procuratore generale in Commissione antimafia parla di rapporti mafia-massoneria
di Miriam Cuccu
"Sono stato informato di progetti di attentati, nel tempo, nei confronti di magistrati di Palermo orditi da Matteo Messina Denaro per interessi che, da vari elementi, sembrano non essere circoscritti alla mafia ma riconducibili a entità di carattere superiore". A dichiararlo è stato il Procuratore generale di Palermo Roberto Scarpinato, in audizione davanti alla Commissione parlamentare antimafia, sui rapporti mafia-massoneria. “Il contributo che io credo posso dare a questa Commissione - ha detto il magistrato - è quello di una rilettura organica, alla luce delle più recenti conoscenze, di una serie di risultanze processuali acquisite nel corso degli anni in vari processi di cui sono a conoscenza essendomi occupato da tempo di questi temi per i delitti politici mafiosi e per la revisione del processo della strage di via d'Amelio. Per capire quello che sta accadendo oggi - ha proseguito - credo bisogna conoscere quello che è accaduto in passato”. Il resto dell'audizione è stato completamente secretato in quanto Scarpinato ha affermato di dover fare riferimento “a fatti delicati ed esporre ipotesi ricostruttive che hanno un margine di soggettività".
Scarpinato ha poi avanzato alcuni suggerimenti legislativi, nello specifico facendo richiesta di innalzare le pene per i reati previsti dalla legge Anselmi e sostenendo l'importanza di potenziare la stessa legge. Il procuratore generale ha quindi parlato dell’attendibilità delle dichiarazioni dei collaboratori di giustiziaTuzzolino e Galatolo.
Stando alle parole di Giulia Sarti, capogruppo dei Cinque Stelle in Commissione parlamentare Antimafia, è stata fatta "una ricostruzione storica dei rapporti tra mafia e massoneria fin dagli anni '70, in particolare una valutazione di come oggi siano cambiati gli interessi di Cosa Nostra e di quanto sia costantemente necessario il rapporto con pezzi con la massoneria per arrivare a centri occulti di potere che possono risultare utili a Cosa nostra". "Abbiamo ricostruito - ha proseguito la Sarti - i legami tra Cosa nostra e logge massoniche da Stefano Bontade, a Provenzano fino a Messina Denaro”. La ricostruzione di Scarpinato è stata "utile per l'indagine attuale" sul rapporto tra mafia e massoneria., nel quale “la chiave di lettura di Scarpinato è che bisogna conoscere il passato per capire il presente, le chiavi del presente vengono dal passato. E' stato questo il filo dell'audizione”.

Foto © Emanuele Di Stefano

Le recensioni di AntimafiaDuemila

FIUMI D'ORO

FIUMI D'ORO

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

10 luglio 1973: viene rapito a Roma John...

IL CASO DAVID ROSSI

IL CASO DAVID ROSSI

by Davide Vecchi

Le ultime ore di vita di David RossiLa...


UNO SBIRRO NON LO SALVA NESSUNO

UNO SBIRRO NON LO SALVA NESSUNO

by Giacomo Cacciatore

Questo libro racconta la vera storia della scomparsa...

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

CARLO ALBERTO DALLA CHIESA. UN PAPÀ CON GLI ALAMARI

by Simona dalla Chiesa

"Un papà con gli alamari" non è una...


DALLA CHIESA

DALLA CHIESA

by Andrea Galli

Giovanissimo incursore durante la Seconda guerra mondiale, dopo...

UNA STRAGE SEMPLICE

UNA STRAGE SEMPLICE

by Nando dalla Chiesa

Capaci. E la sua continuazione, via D'Amelio. Una...


LA MAFIA DIMENTICATA

LA MAFIA DIMENTICATA

by Umberto Santino

I caporioni della mafia stanno sotto la salvaguardia...

LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...


Libri in primo piano

collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI

Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia



quarantanni-di-mafia-agg
Saverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinita
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa


il ritorno del principe homeSaverio Lodato
Roberto Scarpinato


IL RITORNO DEL PRINCIPE
La criminalità dei potenti
in Italia



ho ucciso giovanni falcone homeSaverio Lodato

HO UCCISO
GIOVANNI FALCONE

La confessione
di Giovanni Brusca