Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Primo Piano ANTIMAFIADuemila TV

ANTIMAFIADuemila TV


Lo scorso 18 dicembre, presso il Teatro Biondo di Palermo, si è tenuta la presentazione del libro “Il Patto Sporco. Il processo Stato-mafia nel racconto di un suo protagonista” (ed. Chiarelettere). L'opera, scritta a quattro mani dal sostituto procuratore nazionale antimafia, Nino Di Matteo e dal giornalista e scrittore e Saverio Lodato, mette insieme diversi episodi che si sono verificati negli anni del processo che ha visto il suo culmine nella sentenza dello scorso 20 aprile.
Di questo hanno parlato i due autori, davanti ad una platea di oltre cinquecento persone, accompagnati nel racconto da ospiti autorevoli come Giuseppe Lombardo, procuratore aggiunto di Reggio Calabria, Carlo Smuraglia, Presidente emerito A.N.P.I., e l'avvocato Armando Sorrentino. L'incontro, moderato dal nostro direttore Giorgio Bongiovanni, è stato impreziosito dalle letture dei due attori Claudio Gioè e Carmelo Galati. In questo documentario vi proponiamo alcuni dei momenti salienti della serata. Buona visione.





Di Matteo: ''Si vada oltre la vicenda Scarantino senza diffondere falsità''
La presentazione del libro “Il Patto Sporco” scritto da Nino Di Matteo e Saverio Lodato a Roma l'8 febbraio 2019




Al Palazzo Cavalli-Franchetti di Venezia la presentazione del libro ''Il Patto Sporco'' di Nino Di Matteo e Saverio Lodato




Al Teatro Biondo di Palermo la presentazione del libro ''Il Patto Sporco'' di Nino Di Matteo e Saverio Lodato
Grande successo di pubblico oltre 500 persone




''Strage di Capaci. Gli assassini di Stato del giudice Falcone'': il Docufilm




Giulietto Chiesa: ''Globalizzazione devastante. La tecnologia prende il comando su di noi''
Seconda Parte





Giulietto Chiesa: ''Così andiamo verso una guerra di sterminio mondiale''
Prima Parte





Ranucci: "Corpo nascosto dello Stato? La Trattativa Stato-mafia e il caso Montante dovranno dare la risposta"



Il contributo video dell'autore e conduttore di Report
di AMDuemila
"Quello che mi chiedo è se una volta che si è dimostrato che si è stati vicini a scoprire un corpo nascosto dello Stato, che vive e si nutre all’interno delle istituzioni, non solo anche capace di rigenerarsi, sarà capace di processare se stesso?" E' questa la domanda dell'autore e conduttore del programma di Rai3, Report, Sigfrido Ranucci, che si è posto nel contributo video proiettato in occasione del convegno "Strage di Capaci. Gli assassini di Stato del giudice Falcone. Il ruolo dell'informazione ieri e oggi" alla Facoltà di Giurisprudenza di Palermo. "Io voglio pensare positivo perché i casi come la Trattativa Stato-mafia e il caso Montante - ha spiegato - hanno dimostrato che gli organi giudiziari funzionano. Bisogna vedere se questi colpiscono davvero il male o se ci sono delle metastasi ancora in giro". Il conduttore di Report ha poi parlato di quei sistemi di poteri che comprendono banchieri, politici, magistrati e imprenditori: "Hanno fatto il doppio gioco, lo hanno fatto solo per fare carriera o perché fanno parte di una vecchia strategia, che si è vista colorarsi nel tempo, dove sono seduti imprenditori, banchieri e mafiosi uno a sostegno dell’altro. La risposta? La dovrà dare la sentenza definitiva della Trattativa Stato-mafia e quella del caso Montante".
Ranucci ha poi parlato di una delle sue puntate in cui Report si è occupata del caso Ubi Banca. "I soldi si dice che non puzzano. Quando si tratta di fare dei conti con dei grandi fallimenti è ovvio che chi cura il passaggio da una società fallita al risanamento - adesso è più semplice perché c’è la bad company - prima non era così e quindi tutto quello che potevi racimolare lo hai portato dentro - ha detto - bisogna vedere se qualcuno spostando gli armadi da una società ad un’altra non abbia portato insieme gli scheletri e bisogna vedere se fosse consapevole di portargli da una parte all’altra - ha proseguito - E' abbastanza sintomatico ad esempio quando ci troviamo davanti a due suicidi sospetti come quello di Calvi e Sindona dove la sentenza dice che erano stati così abili da farlo sembra un suicidio".
Nel concludere l'intervista, l'autore di Report ha parlato del ruolo dell'informazione oggi: "Il ruolo dell’informazione è stato sempre vitale. Ci sono stati dei colleghi che pur di fare informazione, sono stati uccisi per mano della mafia o delegittimati dall’imprenditoria ed editori collusi affinché non parlassero dei rapporti tra mafia e potere. Ci sono colleghi che vengono allontananti e licenziati da alcune testate. Penso alle testate locali le quali sono quelle più sotto scacco da sponsor e imprenditori collusi o addirittura dove c’è il potere dei sindaci o degli enti locali". Nei casi come quello della Trattativa Stato-mafia e il caso Montante "è difficilissimo, quando le acque sono torbide, distinguere la mafia dall’antimafia e soprattutto capire cosa è diventata oggi la mafia".



Nicola Morra: ''Sulle stragi del '92-'93, non fu solo mafia''
Il Presidente della Commissione Antimafia: "Cervelli dietro ai mafiosi pensati dentro il parlamento"





Tescaroli: ''Stragi '92-'93 di tipo terroristico-eversivo. L'accertamento della verità è possibile''
Video-Intervista al procuratore aggiunto della Procura di Firenze





''Giustizia è Libertà'', a Fabriano tre giorni di convegni con MicroMega
Nino Di Matteo sul caso Siri: “La scelta del Premier Conte può segnare una svolta di tendenza”





MicroMega, "Giustizia è Libertà": l'intervento di Antonino Di Matteo





Di Matteo: ''Processo Trattativa Stato-Mafia? Al di là dell'Appello, emergono dei fatti incontestabili''
Video-intervista al sostituto procuratore nazionale antimafia





Our Voice alla Perugia-Assisi per la Marcia della Pace
E' tutto pronto per la Marcia della pace Perugia Assisi 2018, che si terrà il 7 ottobre e che vedrà la partecipazione di 170 scuole, con oltre 10mila bambini e ragazzi, 500 associazioni locali e nazionali e 250 enti locali. Tra queste, come ogni anno, parteciperà anche il Movimento Culturale Internazionale "Our Voice" che con questo video invita tutti ad unirsi "per una società più libera e giusta". Va anche ricordato che alla vigilia della marcia, il 5 e il 6 ottobre, si svolgerà a Perugia il Meeting nazionale della pace e dei diritti umani, per riflettere su ciò che sta accadendo in Italia e fuori. Un programma fitto di incontri, dialoghi e laboratori sui temi del lavoro, delle povertà, delle migrazioni, delle città e dell’Europa, al termine dei quali sarà scritta l’Agenda della pace, intesa come rispetto della dignità e dei diritti umani di tutti.





Saverio Lodato: A che serve Matteo Messina Denaro?





Nino Di Matteo e il Patto Sporco
Perché lo fecero, perché lo abbiamo raccontato





Saverio Lodato: Ecco quello che fecero




 
Claudio Gioè e Carmelo Galati leggono l'articolo Colpevoli, Colpevoli! di Saverio Lodato





Saverio Lodato, i Morti ammazzati di Palermo e perché


 

Presentazione del libro di Saverio Lodato, il docufilm su ANTIMAFIADuemila TV
Lo scorso 27 maggio, presso l’Atrio “Paolo Borsellino” della Biblioteca Casa Professa è stato presentato, in anteprima nazionale, il libro “Avanti Mafia! Perché le Mafie hanno vinto” (edizioni ACFB-Corsiero Ed.) a firma di Saverio Lodato, giornalista, scrittore ed editorialista per ANTIMAFIADuemila. Una pubblicazione in questi giorni disponibile in tutte le librerie ed anche nelle edicole siciliane. ANTIMAFIADuemila TV, avvalendosi della collaborazione dell'agenzia di pubblicità e comunicazione Sydonia Production, specializzata nei settori delle produzioni video, ha voluto documentare l'evento. Un vero e proprio docufilm, con la regia di Luca Trovellesi Cesana che racconta l'evento a cui, oltre all'autore, hanno partecipato, l'attore e regista Pif, il sostituto procuratore nazionale antimafia Nino Di Matteo, che firma la prefazione del libro, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e gli attori Lunetta Savino e Carmelo Galati.





Di Matteo: ''Su lotta a mafia e corruzione un silenzio assordante della politica''
Il magistrato ricorda la sentenza Dell’Utri al Campidoglio intervenendo al convegno con Travaglio e la Raggi





Giulietto Chiesa: come difenderci dai padroni del mondo
Giorgio Bongiovanni intervista il giornalista che per anni fu corrispondente da Mosca





''25 anni alla ricerca di una scomoda verità''
Il docuvideo dell'intervista di Saverio Lodato a Nino Di Matteo





Mutolo: ''Il giudice Scopelliti ucciso dalla 'Ndrangheta e da Cosa Nostra''
Parla il pentito Gaspare Mutolo - (Prima parte)





Mutolo: ''Il giudice Scopelliti ucciso dalla 'Ndrangheta e da Cosa Nostra''
Parla il pentito Gaspare Mutolo - (Seconda parte)





Angela Manca alle Forze dell'ordine: ''Fate finire questo incubo...''





Giulietto Chiesa: ''Il mondo è in pericolo'' - Prima parte




Giulietto Chiesa: ''Il mondo è in pericolo'' - Seconda parte





14 Novembre 2016
Manifestazione a sostegno del pm Nino Di Matteo
Intervista a Ferdinando Imposimato





Giulietto Chiesa intervista Giorgio Bongiovanni. Parte prima




Giulietto Chiesa intervista Giorgio Bongiovanni. Seconda parte





Fuori la mafia...
Un film di Mauro Baldelli e Mirko Preatoni





Saverio Lodato: 40 anni di Stato-Mafia
La guerra a Cosa Nostra, da Falcone e Borsellino a Nino Di Matteo





Antonio Ingroia: i sistemi criminali e la trattativa Stato-mafia
L'ex pm aderisce all'evento del 14 novembre per #rompereilsilenzio su Nino Di Matteo





Orlando: ''Rompiamo il silenzio su Di Matteo''
Intervista di Giorgio Bongiovanni







Giulietto Chiesa: 'Dietro l'Isis l'Occidente e il Qatar'
''Strage di Parigi modifichera' il quadro politico europeo''





Gino Strada, una delle ultime speranze per l'umanità





Documentario Pablo Medina: Morte di un Giusto





Pablo Medina: il documentario del giornalista Jean Georges Almendras





''Così la 'Ndrangheta è parte del sistema di potere''
Sul punto una tavola rotonda con il pm Dolci, Bongiovanni e Gentili

Le recensioni di AntimafiaDuemila

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

CASAMONICA, LA STORIA SEGRETA

by Floriana Bulfon

Un documento giornalistico straordinario e di estrema attualità,...

NUDDU

NUDDU

by Pietro Orsatti

Un’inchiesta giornalistica senza apparente via di uscita e...


IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

IL PADRINO DELL'ANTIMAFIA

by Attilio Bolzoni

Un siciliano che è “nel cuore” di un...

FIGLI DEI BOSS

FIGLI DEI BOSS

by Dario Cirrincione

Questo è un libro di storie e di...


IL CASO MOBY PRINCE

IL CASO MOBY PRINCE

by Gabriele Bardazza, Francesco Sanna

Per la prima volta in un libro, i...

AMEN

AMEN

by Antonio Ferrari

L’attentato a Giovanni Paolo II e i molti...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa