Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Opinioni Società Forza piccola Noemi da parte di tutti gli amici di Libera

Opinioni

Forza piccola Noemi da parte di tutti gli amici di Libera

di don Luigi Ciotti*
La pallottola l’ha colpita mentre giocava con la nonna. E ora non ci resta che sperare con tutte le forze che i medici, l’affetto e il calore dei genitori e dei nonni, ma anche il desiderio e la meraviglia della vita così forti in una bambina di quattro anni, possano salvarla.
Noemi giocava - e sappiamo quale meravigliosa fonte di apprendimento, non solo di svago, rappresenti per un bambino il gioco - ma la sua vita è adesso in pericolo a causa di chi gioca con le nostre vite, ne fa uno strumento di affermazione, di profitto, di potere. Le mafie nelle loro varie e molteplici espressioni, certo, ma anche il sistema che alle mafie permette di esistere, di espandersi, di diventare sempre più forti.
Dobbiamo avere l’onestà e il coraggio di riconoscerlo: la repressione è fondamentale ma insufficiente. Non bastano le indagini, gli arresti, i processi, se non si lotta contro quel male che è brodo di coltura di mafie e corruzione: le disuguaglianze, i diritti degradati a privilegi, la distruzione o la privatizzazione dei beni comuni.
Come non basta la speranza quando non diventa impegno personale e collettivo a costruire una società del “noi” e non dell’“io”, della relazione e non dell’esclusione, dell’essere e non dell’avere. Una società dove per un bambino il gioco sia incontro con la gioia e con la vita, non con la sofferenza e con la morte.
Forza piccola Noemi da parte di tutti gli amici di “Libera”.
Sei nei cuori di tante persone, ma lo sei innanzitutto in quello grande di Napoli, città meravigliosa abitata in stragrande maggioranza da persone meravigliose, appassionate, creative e generose. Persone attaccate alla vita come al primo e al più prezioso dei beni comuni.

*Presidente nazionale Libera

Tratto da:
liberainformazione.org

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa