Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Opinioni Società Il procuratore Scarpinato: così agiscono le nuove mafie

Opinioni

Il procuratore Scarpinato: così agiscono le nuove mafie

scarpinato 2 c emanuele di stefanodi Veronica Capucci
Il magistrato e procuratore generale presso la Corte d'Appello di Palermo Roberto Scarpinato ha tenuto ieri un incontro su “La criminalità economica e le sue connessioni con i network politico-mafiosi...

Il magistrato e procuratore generale presso la Corte d'Appello di Palermo Roberto Scarpinato ha tenuto ieri un incontro su “La criminalità economica e le sue connessioni con i network politico-mafiosi”, al dipartimento di Giurisprudenza di Unife. L'iniziativa, si inserisce nell'ambito della Festa della Legalità e Responsabilità 2016, ed è stata organizzata dal Laboratorio interdisciplinare di studi sulle mafie e altre forme di criminalità (MaCro). Il procuratore si è occupato di processi di mafia, ha collaborato con i giudici Falcone e Borsellino, e con le sue indagini ha fatto sequestrare beni per 3 miliardi e 500 milioni in Italia e all'estero. Il filo conduttore è stato l'evoluzione del metodo mafioso, che non si fonda più sulla violenza fisica ma sulla connivenza tra colletti bianchi mafiosi, politici, locali o nazionali, imprenditori. Questo sistema, il procuratore lo definisce «sistema criminale integrato». Il crimine organizzato è profondamente mutato rispetto ai tempi in cui agiva nella Prima Repubblica. «Uno degli errori da evitare, diffuso nell'opinione comune - sostiene Scarpinato - è di guardare la criminalità mafiosa di oggi con gli stessi occhi con i quali si guardavano gli apparati concettuali della Prima Repubblica».
scarpinato evento criminalitaEmergono oggi forme nuove e complesse di crimine, difficili da inquadrare nella vecchia tipologia di reato. In sostanza, la criminalità organizzata, secondo il procuratore, si è evoluta nel modello mercatista, basato su un'offerta di servizi ampiamente richiesti, che vanno dall'acquisto di droga, alla prostituzione, al tabacco di contrabbando, per arrivare al sistema criminale integrato, che si occupa di privatizzazioni e energia. La causa del sistema criminale integrato è da ricercare nel dilagare della corruzione e la soluzione secondo Scarpinato non si può fermare a un livello penale, ma si deve agire su tutti i fronti e «le istituzioni politiche devono consentire ai popoli di riappropriarsi del proprio destino, e costituire una società opposta a quella che stanno costruendo i criminali e che è basata sul dio denaro e sulla riduzione dell'uomo a merce di scambio».

Tratto da: lanuovaferrara.gelocal.it

Foto di copertina © Emanuele Di Stefano

ARTICOLI CORRELATI

Scarpinato a Ferrara: “Vi spiego come agisce la nuova mafia” - Intervista video

Le recensioni di AntimafiaDuemila

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

ANCHE PER GIOCARE SERVONO LE REGOLE

by Gherardo Colombo

La grande avventura della Costituzione nel racconto dell'ex...

LA CASA DI PAOLO

LA CASA DI PAOLO

by Marco Lillo, Sara Loffredi

Lorenzo ha quindici anni, frequenta la seconda liceo...


DOSSIER BOLOGNA

DOSSIER BOLOGNA

by Antonella Beccaria

"Quando, alle 10:25, da quella valigia si sprigionò...

U SICCU

U SICCU

by Lirio Abbate

Lirio Abbate ci spiega perché la cattura di...


A UN PASSO DA PROVENZANO

A UN PASSO DA PROVENZANO

by Giampiero Calapà

Bernardo Provenzano, detto ’u Tratturi dai nemici, zu...

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

LA MAFIA CHE HO CONOSCIUTO

by Alfredo Galasso

Dall’incontro con Rocco Chinnici, Falcone e Borsellino al...


PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

PAOLO BORSELLINO PARLA AI RAGAZZI

by Pietro Grasso

Una testimonianza civile per le nuove generazioni. Un...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa