Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Back Sei qui: Home Opinioni Società Di Pietro: ''Costituzione? Va applicata, non cambiata''

Opinioni

Di Pietro: ''Costituzione? Va applicata, non cambiata''

costituzione ita witaliadi Roberto Arduini
Antonio Di Pietro sul referendum del prossimo 4 dicembre: "Voterò no. La Costituzione va applicata, non cambiata". Poi difende Padellaro e Travaglio.

Antonio Di Pietro al referendum costituzionale voterà no. Non ne ha mai fatto mistero. Oggi intervenendo su Radio Cusano Campus, all’interno del format ECG, ha confermato la sua intenzione di voto: “La Costituzione andrebbe applicata, non modificata”. Poi, Di Pietro ha difeso Travaglio e Padellaro dagli attacchi di alcuni comitati per il sì al referendum, secondo i quali sarebbero troppo presenti in trasmissioni televisive. 

Costituzione, Di Pietro ha risposto a chi, dai comitati del sì al referendum, lamenta l’eccessiva presenza delle ragioni del no in televisione: “La volpe si lamenta sempre perché dice che ci sono troppe poche galline da mangiare. Se Renzi invece di fare il Presidente del Consiglio sta facendo campagna elettorale come un qualsiasi politico che non ha altro da fare, dire una cosa del genere mi pare veramente assurdo. Preoccupiamoci piuttosto del merito della vicenda, questa Costituzione è meglio di come vorrebbero cambiarla. I comitati del sì ce l’hanno con l’eccessiva presenza in tv di Travaglio e Padellaro? Ma l’hanno cambiata Travaglio e Padellaro la Costituzione o l’ha cambiata il Governo Renzi? Criminalizzare chi non segue il pensiero unico è una storia vecchia, che risale agli anni 30”.
Costituzione. Sull’ipotesi di rinviare il referendum Antonio Di Pietro è categorico: “Renzi e Alfano hanno buttato il sasso e nascosto la mano. L’hanno buttata lì, se la va la va. Hanno fatto il poliziotto buono e il poliziotto cattivo. Il ricorso di Onida? Sul piano tecnico non mi metto a discertare, da cittadino dico solo che sarebbe giusto levarci di mezzo questo quesito, facciamo votare il popolo italiano, meglio farlo questo referendum piuttosto che continuare a tirare la corda. Io voterò no senza se e senza ma, perché non credo che in Italia le cose non funzionino per colpa della Costituzione, ma dalla mancata applicazione della nostra Costituzione”.
Su Cantone, chiamato a vigilare su tantissimi fronti: “Gli esprimo solidarietà, ci sono passato anche io. Quando facevo Mani Pulite dicevano tutti ‘mò arriva Di Pietro, mò arriva Di Pietro’. Invece di uno di Cantone ne servirebbero 45”.

Le recensioni di AntimafiaDuemila

COSA NOSTRA S.P.A.

COSA NOSTRA S.P.A.

by Sebastiano Ardita

Nell'ultimo libro di Sebastiano Ardita il ritratto della...

LO STATO ILLEGALE

LO STATO ILLEGALE

by Gian Carlo Caselli, Guido Lo Forte

La mafia è storia di un intreccio osceno...


UN APPASSIONATO DISINCANTO

UN APPASSIONATO DISINCANTO

by Antonio Bonagura

La vita in maschera di un uomo dei...

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

LE MAFIE SULLE MACERIE DEL MURO DI BERLINO

by Ambra Montanari, Sabrina Pignedoli

In Germania si pensa che le mafie siano...


THE IRISHMAN

THE IRISHMAN

by Charles Brandt

Il libro da cui è stato tratto il...

LA RETE DEGLI INVISIBILI

LA RETE DEGLI INVISIBILI

by Nicola Gratteri, Antonio Nicaso

"Quella contro la 'ndrangheta è una battaglia che...


LA MAFIA HA VINTO

LA MAFIA HA VINTO

by Saverio Lodato

La mafia ha vinto, le rivelazioni di Buscetta...

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

HO UCCISO GIOVANNI FALCONE

by Saverio Lodato

La confessione di Giovanni Brusca Il pentito della trattativa...


Libri in primo piano

il patto sporcoNino Di Matteo e Saverio Lodato

IL PATTO SPORCO

Il processo Stato-Mafia nel racconto di un suo protagonista




avanti mafia
Saverio Lodato

AVANTI MAFIA!

Perché le Mafie hanno vinto





collusi homeNino Di Matteo e Salvo Palazzolo

COLLUSI
Perché politici, uomini delle istituzioni e manager continuano
a trattare con la mafia




quarantanni di mafia aggSaverio Lodato

QUARANT'ANNI DI MAFIA
Storia di una guerra infinitaa
Edizione aggiornata
Il processo per la Trattativa